Chiusura della campagna elettorale ieri per Andrea Gentile, candidato per la coalizione del centrodestra al collegio uninominale di Cosenza. Location della chiusura della campagna elettorale Piazza Riforma presso  la famosa e storica salumeria Scarpelli. 

Si avvia alla conclusione la più brutta campagna elettorale della storia della Repubblica italiana. Un continuo dilagare di proposte mai corredate da serie motivazioni, una filiera di sparate e di promesse degne della campagna elettorale di Cetto La Qualunque contro il suo nemico De Santis nel bellissimo film "Qualunquamente" con Antonio Albanese.

Il più famoso sondaggista d'Italia, Renato Mannheimer, pur non potendo esprimersi sui sondaggi essendo gli stessi vietati negli ultimi 15 giorni di campagna elettorale, ha comunque espresso durante una intervista da ospite a "L'Aria che  Tira" in onda su "La7",  la convinzione che molti collegi uninominali del Sud Italia, in un primo tempo dati per certi per la coalizione del centrodestra, possano, invece, essere divenuti contendibili.
 
"E tutto ciò per effetto della campagna  elettorale di Giuseppe Conte  che continua a martellare  - ha affermato il sondaggista - sul Reddito di cittadinanza proprio in quelle zone in cui il sussidio statale ha la più ampia diffusione". 

Incontro promosso dal Movimento 5 Stelle nei giorni scorsi a Rende con gli attivisti e con la partecipazione dell'On. Anna Laura Orrico, candidata nel collegio uninominale di Cosenza, e Federico Cafiero De Raho, già procuratore capo a Reggio Calabria e candidato capolista nel listino plurinominale alla Camera per i pentastellati.

Editoriale del Direttore