Si potrebbe dire meglio tardi che mai. Come si potrebbe anche affermare che mentre l'emergenza sanitaria dovuta al Covid ci si augura che possa terminare al più presto, presso l'Ospedale dell'Annunziata di Cosenza, fra un mese, inizieranno i lavori di potenziamento dei posti letto di terapia intensiva previsti, udite, udite, addirittura con il decreto Arcuri nel pieno della Pandemia.

Rischiamo uno sterile ritorno al passato. Questo il duro giudizio sulle proposte della Regione Calabria sulla sanità e gli investimenti del PNRR di Francesco Esposito, segretario nazionale di Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti-Fismu (affiliata Cisl Medici).

Nonostante l'ottimismo e le dichiarazioni euforiche del Governatore / Commissario, On. Roberto Occhiuto, la situazione del Covid in Calabria è sempre preoccupante. Ben 2.602 nuovi casi di Coronavirus su 11.810 tamponi processati.con un conseguente tasso di positività del 22,03%.

Editoriale del Direttore