Mons. Francesco Savino che da Vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana, non è certamente l'ultimo arrivato nella gerarchia ecclesiastica non può che prenderne atto. Il suo appello contro la legge approvata dalla Regione che alimenta la ludopatia è stato completamente ignorato e la legge è stata tranquillamente approvata.

 

Il Consiglio Regionale della Calabria chiude con spavalderia e con addirittura paventata soddisfazione da parte del Governatore, On. Roberto Occhiuto, una delle pagine più brutte, oscure e vergognose della sua storia, dal 1970 ad oggi.

"Se fossi stata in Consiglio oggi avrei votato contro ma sono impegnata a Roma per la finanziaria. Ai colleghi di maggioranza dico di fermare la legge sulle sale da gioco perché non rispecchia in nessun modo il pensiero del partiti e del governo dì centrodestra". Lo afferma l'On. Simona Loizzo, deputato della Lega e consigliere regionale.

Editoriale del Direttore