La prefazione a firma del dott. Nicola Gratteri del libro "Strage di Stato" scritto dal magistrato Angelo Giorgianni e dal medico Pasquale Bracco ha suscitato un vespaio di polemiche e di attacchi del tutto strumentali e spropositati, probabilmente dettati più dal desiderio di voler attaccare il dott. Gratteri e non basati su fatti concreti.

Diciamoci la verità. In Calabria non è mai nata una vera stagione dell'antimafia, non è mai decollata una "Primavera" della "Società civile", non è mai nato dal basso un desiderio di costruire un modello sociale basato sulla normalità, basato sul rispetto delle leggi, sui diritti e sui doveri, non è mai nato un concetto reale di "cittadinanza".

 
Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo Borsellino ucciso dalla mafia,  fondatore del Movimento delle "Agende Rosse" in un post su Fb ha voluto esprimere la sua personale solidarietà al Giudice Gratteri, ultimamente oggetto di feroci polemiche fondate su una presunta posizione negazionista verso la pandemia Covid prontamente smentita dallo stesso Gratteri.

Oggi, per te, è un giorno speciale. È un giorno speciale anche per noi, che vogliamo starti vicino. Oggi compi 60 anni, un grande traguardo, soprattutto per te, che te li porti così bene; finora hai trascorso tanti momenti belli e porti anche il peso sulle spalle di momenti difficili e di grandi responsabilità.

Editoriale del Direttore