Utenti connessi

Zuccatelli si dimette, "Lascio la Calabria", in pole position l'ex Rettore de "La Sapienza", Prof. Eugenio Gaudio

Sanità
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Alla fine dopo un bombardamento mediatico senza precedenti il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha telefonato al Commissario ad acta per la sanità, Giuseppe Zuccatelli, in attesa della notifica della nomina o della telefonata del Ministro, per chiedergli di dimettersi. A quel punto il Commissario Zuccatelli non avendo più alcuna possibilità di permanere nel suo ruolo non solo si è dimesso da Commissario ad acta ma si è dimesso anche da Commissario del Mater Domini di Catanzaro.  "Mi dimetto. lascio la Calabria. Speranza mi ha telefonato. Se non sono adatto - ha affermato Zuccatelli - per fare il Commissario ad acta, non lo sono neanche per gestire due aziende così delicate e importanti come quelle di Catanzaro" Quindi Zuccatelli lascia tutto e ritorna a Cesena. Certamente con grande amarezza avendo probabilmente confidato nella strenua difesa ad oltranza del Ministro Speranza del quale è anche compagno di partito. Ma evidentemente le pressioni sono state talmente forti che lo stesso Ministro non ha potuto fare altrimenti. Ora è in corso un Consiglio dei ministri convocato ad hoc per nominare il nuovo Commissario ad acta. Una scelta non facile. Italia Viva con Matteo Renzi si è pronunciata a favore della nomina di Gino Strada, il Pd vorrebbe la nomina di Nicola Mostarda, manager legato a filo doppio a Nicola Zingaretti, quindi riproponendo la solita vecchia logica di manager sponsorizzati dalla politica, usanza che nel Pd è durissima a morire, ancora altri vorrebbero la nomina dell'ex Rettore de "La Sapienza", il Prof. Eugenio Gaudio, calabrese nato a Mendicino e figlio del senatore democristiano Gaudio, mentre una parte dei 5 Stelle vorrebbe il nome di Gino Strada minacciando addirittura di non votare il decreto Calabria in aula ed una parte vorrebbe la nomina di un calabrese eccellente come lo è il Prof. Eugenio Gaudio. Vedremo come finirà

Redazione