Utenti connessi

Cosenza, al Pronto Soccorso situazione gravissima, il Sindaco Occhiuto chiede l'Ospedale da campo dell'Esercito

Sanità
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Il pronto soccorso di Cosenza: l'Inferno sulla terra. Circa una cinquantina di malati  Covid in attesa di essere ricoverati, lamentele, disperazione, abbandono. Il video che circola ripreso da un cellulare anonimo è devastante. Ma da quanti anni si discute di potenziare il Pronto Soccorso? Quante promesse dei soliti noti che hanno saccheggiato la sanità?. Oggi si paga il prezzo di anni ed anni di malagestione. I numeri della Pandemia hanno raggiunto nella città di Cosenza cifre notevoli anche se vi è anche fra rappresentanti delle Istituzioni chi ne sminuisce la portata. Colui il quale, invece, è perfettamente consapevole della gravità del momento è il Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto. "La situazione è talmente grave da essere insostenibile. "Vi sono una cinquantina circa di pazienti positivi - ha affermato il Sindaco di Cosenza - ammassati nei locali del Pronto Soccorso e nelle ambulanze". "E' necessario trovare - continua Mario Occhiuto -  delle soluzioni. I medici mi segnalano gravissime difficoltà e rintengo che sia necessario l'intervento dell'Esercito con l'allestimento di un Ospedale da campo".
Redazione