Utenti connessi

Cosenza, comunali 2021, è il tempo delle donne, circola anche il nome di Eva Catizone

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il tempo cambia tutto. Ed oggi dopo una lunga epoca di politica scritta al maschile è il momento del gentil sesso. Alfiere di tale cambiamento la Governatrice Jole Santelli, la prima donna al Governo della Calabria dopo 50 anni di vita dell'Ente Regione. E la stessa Santelli ha voluto fortemente la candidatura di Rosaria Succurro, assessore comunale nella giunta Occhiuto nella quale la stessa Santelli ha ricoperto in passato il ruolo di vicesindaco, a candidata Sindaco per il centrodestra l Comune di San Giovanni in Fiore. Del resto in più occasioni la stessa Governatrice che è anche coordinatrice regionale di Forza Italia ha auspicato per Cosenza un Sindaco donna. E fra i vari nomi al femminile che circolano negli ambienti politici vi è anche quello di un ritorno. Il nome è quello di Eva Catizone che è stata già Sindaco di Cosenza, eletta nel 2002 sulla scia della designazione voluta dal compianto On. Giacomo Mancini. Sono trascorsi tanti anni da allora ed oggi il quadro politico cittadino è radicalmente diverso. Ma l'esperienza vissuta oltre al buon rapporto di Eva Catizone con la Governatrice Santelli che ha nominato la stessa Catizone nel suo staff alla Regione, giocano a vantaggio dell'ex sindaco di Cosenza. Donna, esperienza politica pregressa, fidata della Governatrice, tutti fattori che giocano a favore della stessa Eva Catizone, che potrebbe essere della partita. Una partita che si annuncia, comunque, difficilissima con tantissimi candidati a sindaco e con tantissime liste in uno scenario non semplice da disegnare, dopo due consiliature a guida Mario Occhiuto. Ancora è troppo presto per definire possibili scenari, mancano ben nove mesi dall'appuntamento elettorale, ma certamente dopo la fine dell'estate inizieranno le grandi manovre per la conquista della città dei Bruzi e per le elezioni del 2021.

Redazione