Il reddito di cittadinanza in Calabria interessa ben 243.641 percettori che rappresentano una cifra altissima e dimostrano chiaramente le difficoltà economiche che attraversano la Calabria caratterizzata da una percentuale di povertà assoluta molto alta.

Inoltre la crisi economica in atto, il caro - energia e l'inflazione rendono ancora più grave la situazione complessiva.

E nell'ambito della discussione in atto nel Governo a guida di Giorgia Meloni di rivedere il Reddito di Cittadinanza, il Governatore della Calabria, On. Roberto Occhiuto, che non è certamente l'ultimo arrivato anche sul piano nazionale, con coraggio e determinazione, in un'intervista rilasciata all'agenzia Adnkronos ha affermato che  "La Calabria è una Regione con uno dei tassi più alti di povertà assoluta.

Il Governatore On. Roberto Occhiuto con Silvio Berlusconi

Per questo motivo, il reddito di cittadinanza, nella parte che riguarda il contrasto alla povertà, è una misura che in un periodo come questo non si può cancellare. Il reddito  si può migliorare, come dice giustamente il presidente Meloni, nella parte che riguarda l’accompagnamento al lavoro.

Però, prima di attuare una stretta, sarebbe preferibile intervenire sulle politiche attive, sugli strumenti per incrociare domanda e offerta, per rendere ancor più sostenibile la volontà ineccepibile del governo di migliorare uno strumento che ha dimostrato di non funzionare.

Mi chiedo se il tempo sia quello opportuno. Alcuni obiettivi che il governo vuole giustamente conseguire si possono rimandare a mesi nei quali la situazione economica è più tranquilla".

Osservazioni più che sacrosante e avvalorate dalla particolare situazione economica e sociale vissuta dalla Calabria e dai calabresi.
 
Redazione

Editoriale del Direttore