L'On. Pino Galati non è riuscito per un soffio a ritornare alla Camera. Candidato a nel collegio uninominale di Carpi in Emilia Romagna che comprende comuni dell'area metropolitana di Bologna ed alcuni comuni della provincia di Modena ha ottenuto con la coalizione del centrodestra il 36,9%, ben 87.769 voti, mentre Antonio De Maria, candidato nella coalizione del Pd, con il 37.8% ha vinto la sfida ed è stato eletto con 89.792 voti.

 

Manifestino elettorale On. Pino Galati

Nella divisione dei 221 collegi uninominali nella coalizione del centrodestra in 15 sono stati i collegi destinati ad esponenti centristi raggruppati sotto il simbolo "Noi Moderati". E, fra i 15 "nominati", Pino Galati è stato candidato in quota "Noi con l'Italia" voluto fortemente dal vicepresidente di "Noi con l'Italia", l'ex ministro Saverio Romano, candidato in Sicilia nel collegio uninominale di Bagheria. 

Pino Galati inizia la sua carriera politica nel lontano 1986, a soli 25 anni, da consigliere comunale della sua città, Lamezia Terme.

Eletto nell'allora democrazia Cristiana. Nel 1996, a 35 anni, viene eletto per la prima volta in Parlamento, dove rimarrà per ben cinque legislature sino al 2018, per ben 22 anni di seguito.

Ricoprirà più volte l'incarico di sottosegretario alle attività produttive nel Governo Berlusconi II e III.

È stato anche sottosegretario dell'Universià e della Ricerca.

 

Redazione

Editoriale del Direttore