Sergio Mattarella, nonostante il suo desiderio più che legittimo di ritornare a vivere una vita più tranquilla, considerando anche i suoi 80 anni, è stato richiamato per altri sette anni a capo del Quirinale e a rivestire l'incarico di Presidente della Repubblica che ha egregiamente svolto nel suo primo settennato.

Con un grande atto di responsabilità e per il bene del Paese in un momento di grande crisi sociale ed economica. Ma chi è Sergio Mattarella. Nasce a Palermo il 23 luglio 1941. Ha tre figli.  Si laurea nel 1964, a 23 anni, in Giurisprudenza nel 1964 all’Università “La Sapienza” di Roma con il massimo dei voti e la lode, discutendo una tesi su “La funzione di indirizzo politico”, si iscrive all'albo degli avvocati del Foro di Palermo nel 1967. Insegna diritto parlamentare presso la Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Palermo fino al 1983, a 42 anni, quando entra alla Camera dei deputati eletto nella Democrazia Cristiana dove milita nella componente della sinistra di base che nel 1983 annovera fra i suoi leader nazionali il cosentino Riccardo Misasi, con il quale Sergio Mattarella vanta un rapporto di grande amicizia e stima ( nella foto si vede un giovane Sergio Mattarella da qualche anno deputato con l'On. Riccardo Misasi). Molte le sue pubblicazioni su argomenti di diritto. Il suo percorso politico sarà sempre tracciato dalla sua origine impregnata dall'impegno cattolico-sociale e riformatore, tipico della sinistra di base democristiana,. Rimane alla Camera per ben 7 legislature fino al 2008, per ben 25 anni. Ha fatto parte della Commissione Affari costituzionali, della Commissioni Affari esteri e del Comitato per la Legislazione, di cui è stato anche Presidente. Dal luglio del 1987 al luglio del 1989 è stato Ministro dei Rapporti con il Parlamento. Dal luglio del 1989 al luglio del 1990 è stato Ministro della Pubblica Istruzione. Dall’ottobre 1998 è stato Vice Presidente del Consiglio dei Ministri sino al dicembre 1999 quando è stato nominato Ministro della Difesa, sino al giugno 2001. A maggio 2009 è stato eletto dal Parlamento componente del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa, di cui è stato Vice Presidente. Il 5 ottobre 2011 è stato eletto Giudice Costituzionale dal Parlamento ed è entrato a far parte della Corte Costituzionale con il giuramento dell’11 ottobre 2011. Il 31 gennaio 2015 è stato eletto dodicesimo Presidente della Repubblica. Il 29 gennaio del 2022 è stato rieletto Presidente della Repubblica.

Redazione

Editoriale del Direttore