Con ogni probabilità Matteo Salvini che ben conosce il peso di un voto in più al Senato per la prossima elezione del Presidente della Repubblica chiederà a Tilde Minasi di dimettersi da assessore regionale per accettare il posto di senatrice che gli è giunto con grande sorpresa dopo la decisione della giunta delle elezioni di Palazzo Madama in merito all'attribuzione del seggio rimasto vacante dopo la morte a soli 59 anni del senatore Paolo Saviane, leghista di Belluno.

Una combinazione che nessuno si attendeva. Al punto tale che la stessa Tilde Minasi era stata nominata assessore per la lega nella nuova giunta del Governatore Roberto Occhiuto. Sarà compito di Matteo Salvini scegliere il nominativo che sostituirà la neosenatrice leghista. In tal modo la stessa Tilde Minasi potrà garantirsi la ricandidatura al senato per le prossime politiche del 2023. E non sono in pochi coloro i quali sognano una candidatura nella Lega in Calabria. In primis con il posto da capolista la sogna l'ex vicepresidente f.f. Nino Spirlì che spera di prendere il posto del deputato uscente Domenico Furguele. E Nino Spirlì non è il solo considerato che circolano i nomi di Cataldo Calabretta, del commissario regionale Giacomo Saccomanno e di altri ancora. Ma deve essere precisato che i deputati da eleggere in Calabria scenderanno da 20 a 13 e per ottenere un seggio è necessario ottenere l'8-9%, percentuale ottenuta alla Regione ma difficilmente replicabile alla Camera. Ritornando all'entrata di Tilde Minasi al Senato in un primo tempo sembrava che al posto del senatore defunto dovesse andare al primo dei non eletti di Fratelli d'Italia. in Veneto. Invece poi all'ultimo è stato deciso che dovesse spettare all'unica regione dove la Lega non aveva preso alcun senatore dopo che il posto di senatore attribuito a Matteo Salvini è stato annullato per far entrare la senatrice di Forza italia, Fulvia Caligiuri. La sorpresa per quanto avvenuto è stata espressa dalla diretta interessata. "Quanto sta accadendo mi ha colto di sorpresa  perché tutto è avvenuto nella recente riunione della Giunta per le elezioni del Senato che ha decretato che il seggio rimasto vacante andasse alla Lega ed alla Calabria. Non posso nascondere che le emozioni di questo momento siano molto forti essendo recentissima anche la mia nomina ad assessore regionale. Per le determinazioni rispetto la mia posizione dovrò naturalmente confrontarmi con il segretario Matteo Salvini per valutare insieme, come costume della Lega, il da farsi”. La legge prevede un periodo di 45 giorni per poter decidere. Quindi la decisione non sarà immediata. Sarà interessante osservare se effettivamente Tilde Minasi verrà dirottata al senato e di conseguenza attendere chi sarà la prescelta da Matteo Salvini. In pole position essendo una giovanissima donna ed essendo di Villa San Giovanni vi è Francesca Porpiglia che, combinazione, ha maturato l'esperienza di assessore comunale nella giunta di Villa San Giovanni proprio con la identica delega ai servizi sociali come quella detenuta da Tilde Minasi in giunta regionale.

Redazione


Editoriale del Direttore (2)