La storia della città di Cosenza, un tempo l'Atene della Calabria, è una storia di famiglie. L'impostazione culturale, sociale, antropologica e culturale è basata sulle famiglie.

Le grandi famiglie latifondiste proprietarie dei loro coloni e mezzadri, si pensi al diritto della prima notte, nel passato e le famiglie del potere politico, oggi. Un tempo la proprietà della terra rendeva i coloni e i contadini schiavi del latifondista, oggi la proprietà del potere pubblico da parte della Casta politica rende il cittadino schiavo condizionato per il bisogno a vendere la sola cosa che può vendere, il voto. E la storia degli ultimi 50 anni della città di Cosenza è la storia delle famiglie politiche. Fra le tante famiglie politiche una delle più influenti degli ultimi 50 anni è quella dei Gentile che in questa tornata elettorale hanno compiuto un miracolo. Quello di realizzare contemporaneamente il sogno di ogni padre, lasciare e tramandare ai figli ruoli importanti e di prestigio. Infatti l'On. Pino Gentile che per ben 35 anni è stato nel Consiglio regionale, cioè per ben sette legislature, dal 1985 al 2020, oggi può compiacersi del fatto che la figlia Katya è stata eletta nel Consiglio Regionale. Ed uguale gioia anche per l'ex sottosegretario Antonio Gentile in cui figlio, Andrea, subentrerà a Roberto Occhiuto alla Camera. Basta leggere l'intervista a l'On. Pino Gentile pubblicata da "Il Fatto Quotidiano" di oggi che pubblichiamo.

Redazione


Editoriale del Direttore (2)