Con il rinvio della data delle elezioni fortemente voluto dal Presidente ff, Nino Spirlì, nonostante il parere contrario del gruppo regionale della Lega, quel partito che lo ha nominato Vicepresidente, subito dopo le elezioni del 26 gennaio anche grazie agli uffici e alla sponsorizzazione della compianta Governatrice Jole Santelli, si intensificano le probabilità di una possibile candidatura del Sindaco di Napoli ed ex magistrato, Luigi De Magistris, che fu protagonista in Calabria di una stagione di speranza e di cambiamento che poi inevitabilmente i poteri forti della corruzione dilagante e della politica marcia calabrese hanno distrutto e frantumato.

Quella stessa politica e quella stessa rete di corruzione che ancora oggi, impunita e protetta, gestisce e controlla il territorio oltre al voto di scambio e clientelare. E qualora la data delle elezioni dovesse slittare ancora e coincidere con la data delle amministrative di primavera allora non è detto che la candidatura di De Magistris possa concretizzarsi. Del resto lo stesso De Magistris in merito alla sua possibile candidatura ha affermato che "Certamente le elezioni regionali in Calabria sono una sfida affascinante perché i calabresi dovranno scegliere se affidarsi completamente ad una nuova classe dirigente o scegliere tra coloro che l'hanno affossata. La Calabria ha bisogno di un grande processo di emancipazione scegliendo gente nuova non assimilabile al "sistema" e non aspettando scelte che vengono calate dall'alto. Io sono convinto che se si mettono insieme le persone giuste che credono nel cambiamento vero, penso che la Calabria possa uscire dalle difficoltà ataviche che l'hanno stritolata, penso a quei meccanismi di collusioni tra poteri anche illegali che riescono a condizionare il presente di questa terra che io conosco benissimo". Tanti calabresi che aspirano al cambiamento non possono che sperare che l'azione di rinvio delle elezioni posta in essere dal Governatore ff, Nino Spirlì, possa alla fine coincidere con la conclusione dell'esperienza amministrativa di Luigi De Magistris di primo cittadino di Napoli. Tale combinazione potrebbe favorire tale scelta. Ci si augura che il Governatore ff, Nino Spirlì, possa lavorare a tal fine ovviamente contro tutto il centrodestra che invece vuole andare alle urne il più presto possibile. Con Nino Spirlì, essendo un personaggio sui generis al di fuori del politichese e delle manovre di palazzo, è tutto possibile. Anche che possa contribuire alla sconfitta del centrodestra e al possibile crollo elettorale della Lega per la quale il vento forte che spirava in Calabria è ormai, anche grazie al distruttivo lavoro fatto dal segretario regionale, il deputato bergamasco Cristian Invernizzi, solo un lontano ricordo.

Redazione

Editoriale del Direttore (2)