Utenti connessi

La Voce Cosentina.it.... riprende il suo cammino

Editoriale del Direttore
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Dopo una breve pausa dovuta ad esigenze di ristrutturazione della redazione concomitante al periodo di chiusura imposto a tutti per il Covid-19 La Voce Cosentina.it riprende il suo cammino con una nuova veste grafica e con ancor maggiore entusiasmo. A luglio prossimo saranno ben 10 anni di presenza nel variegato mondo web, inizialmente con la denominazione "Cittàmagazinenews" poi, nel 2011, modificata in "LaVoceCosentina,it". 

E dieci anni con la velocità che contraddistingue l'informazione digitale non è una cifra da poco. Migliaia e migliaia di news, di reportage, di notizie, di eventi hanno caratterizzato, caratterizzano e caratterizzeranno La Voce Cosentina.it con una cifra stilistica immutata, quella di un giornalismo libero, senza padrone e senza padrini. E nell'informazione, soprattutto in quella locale, è merce rara. Ma la libertà nell'informazzione è fondamentale per come sosteneva un grande ed indimenticato maestro del giornalismo, Indro Montanelli, quando sosteneva che "il giornalismo è e deve essere il cane da guardia della democrazia". Continueremo, con sempre maggior vigore ed entusiasmo, a narrare, a raccontare le storie della nostra città e della nostra terra di Calabria, le storia dei protagonisti della vita della nostra città e daremo spazio a tutti coloro i quali vorranno scrivere una loro esperienza, che vorranno denunciare qualche ingiustizia subita o quello che non va per come dovrebbe andare. Continueremo sulla nostra strada, quella della passione per il giornalismo. Una passione che brucia dentro e che, seppur fra mille difficoltà, non smetterà mai di ardere. Lo dobbiamo ai nostri lettori ai quali indirizziamo il nostro più grande ringraziamento con l'affetto e la stima di sempre, sperando di meritare la loro fiducia. Un grazie di cuore.

Gianfranco Bonofiglio