PARIGI -  Con il decreto n93 del 20/10/2022 la regione Calabria ha istituito la consulta dei calabresi nel mondo. L’organo, come si legge nella delibera «assegna centralità a tutte le iniziative tese a diffondere la conoscenza della cultura italiana, con particolare riferimento a quella calabrese, quale strumento per la conservazione dell’identità culturale della terra d’origine, con particolare riguardo alle attività di informazione e comunicazione sulla realtà storica, economica, sociale, turistica e culturale della regione Calabria».
 
Tra i nuovi componenti della consulta per la Francia è stato nominato Battista Liserre, residente nell’esagono da molti anni, e docente d’ italiano all’università di Picardie presso il dipartimento d’italiano.
 
Per Liserre, la creazione della consulta dei Calabresi nel mondo: "rappresenta uno strumento indispensabile per la diffusione della cultura calabrese nel mondo tramite l’appoggio delle ambasciate, consolati e istituti di cultura italiana si possono creare opportunità per lo sviluppo e la promozione della nostra regione a livello culturale e turistica".
 
Quest’organo è anche "un’opportunità imprescindibile per costruire un ponte necessario per il ritorno di noi cittadini calabresi sparsi nel mondo; grazie alla nostra esperienza all’estero possiamo essere una risorsa importante per la nostra terra".  
 
Redazione

Editoriale del Direttore