Interessante laboratorio didattico sul tema dell'educazione permanente alla legalità nelle scuole promosso dal Comitato antindrangheta del Tirreno cosentino che si terrà sabato 8 maggio alle ore 10.00 nella sala convegni dei "Licei Campanella" di Belvedere Marittimo guidati dalla dirigente scolastica Maria Grazia Cianciulli da sempre molto sensibile ai temi della legalità. Il Laboratorio didattico sarà caratterizzato dal contributo di tecnici del Comitato Antindrangheta del Tirreno Cosentino, tecnici del WWF e tecnici dell’Associazione Partigiani FIAP sul tema dell'educazione."I lavori del laboratorio sono indirizzati - si afferma in una nota dei promotori dell'iniziativa- ai dirigenti scolastici del Tirreno Cosentino,  a Franco Iacucci Presidente della Provincia di Cosenza, agli  assessori alla Pubblica Istruzione dei Comuni del Tirreno Cosentino e della sua fascia pedemontana".  "Convinti come Comitato Antindrangheta - continua la nota - del fatto che la lotta alla 'ndrangheta non può limitarsi alle aule giudiziarie ed ai pur indispensabili presidi delle Forze dell’Ordine e prendendo atto che dopo l’assalto ‘ndranghetista alla Caserma di Cetraro siano state intraprese soltanto iniziative da parte dell’apparato militare dello Stato e nessuna da parte delle Istituzioni civili per l’educazione dei giovani,  riteneniamo che nell’ambito dell’autonomia scolastica le Scuole del Tirreno possano/debbano coordinarsi organicamente per dar vita a fine estate con i nostri tecnici ad un corso di aggiornamento e formazione per i docenti delle Scuole e per gli assessori alla pubblica istruzione dei Comuni del comprensorio sul tema dell'educazione permanente alla legalità nelle scuole del tirreno cosentino". Il programma dell'evento / laboratorio prevede il saluto di Maria Grazia Cianciulli Dirigente Scolastica Licei Campanella e gli interventi del dirigente scolastico emerito Leopoldo Piccolillo, Responsabile Circolo “Giannino Losardo” Tirreno Cosentino per Cetraro, dell'Avv. Rodolfo Ambrosio dello studio Martorelli di Cosenza, del Dr. Nicola Cantasano, biologo marino tecnico CNR Cosenza, WWF Calabria Citra Sede Tirreno Cosentino sul tema: “Anomalie ed illegalità nella depurazione delle acque marine e fluviali del Tirreno Cosentino”, del Prof. Walter Nocito , docente di diritto all’Università della Calabria, costituzionalista, del Dr. Avv. Carmine Quintiero, WWF  sul tema . “Storia dell’illegalità mafiosa diffusa nell’edilizia del Tirreno Cosentino”, della Prof.ssa Francesca Pizzuti, docente che tratterà il tema dell'educazione alla legalità nei Licei, della Prof.ssa Monica Nardi, Docente Universitaria a Catanzaro ed all’Unical.  Previsto anche nell'ambito dei lavori il contributo dell'Avv. Raffaele Losardo, figlio dell’eroe antindrangheta Giannino Losardo. Le conclusioni dell'evento saranno affidate all'On. Alessandro Melicchio, membro della Commissione Istruzione della Camera dei Deputati. Nella promozione dell'evento hanno collaborato anche  l’Associazione Partigiani “Antonio Gramsci” Tirreno Cosentino, il WWF O.A. Calabria Citra Sede del Tirreno Cosentino e i "licei Campanella" di Belvedere Marittimo.
Redazione

Editoriale del Direttore (2)