Negli ultimi tempi è cresciuta notevolmente l'esigenza e la consapevolezza di raccontare una Calabria diversa, una Calabria con le sue bellezze e le sue meraviglie. Un racconto che si contrapponga agli stereotipi che dipingono la nostra terra come una terra di sola mafia e corruzione. Senza ovviamente negare che il fenomeno criminale ha il suo peso e senza nascondere i lati negativi della terra di Calabria è anche giusto narrare, raccontare e far conoscere i tanti aspetti positivi di una terra antica, di una terra densa di storia, di una terra dalle mille sorprese.
 
E' giusto raccontare "La Calabria delle meraviglie" e "La Calabria delle Meraviglie" è il titolo di un bellissimo libro di Arcangelo Badolati, giornalista e scrittore, edito da Luigi Pellegrini Editore con la prefazione di Lucio Presta, famoso manager dello spettacolo e cosentino di nascita innamorato perdutamente della sua terra d'origine.
 
Arcangelo Badolati, giornalista e scrittore
 
Arcangelo Badolati non ha alcun bisogno di presentazione, caposervizio della "Gazzetta del Sud" è autore di numerosissime pubblicazioni sulla criminalità calabrese e per decenni ha seguito con dovizia e professionalità i più importanti processi di 'ndrangheta.
 
L'aver scelto dopo tantissime pubblicazioni che hanno ricevuto grande attenzione da parte del pubblico sulla 'ndrangheta, di scrivere un testo sulle meraviglie della Calabria ben si inquadra in quella volontà di narrare la parte bella, laboriosa e splendida a più, purtroppo, sconosciuta.
 
"La Calabria delle Meraviglie - tra miti e leggende" è un percorso avvincente nella storia, nei protagonisti, nelle leggende e nei miti dei quali la Calabria è ricchissima fina dai tempi più antichi.
 
Nella quarta di copertina si legge: "La Calabria è la terra delle meraviglie. Ricca di città sepolte, miti omerici e grandi siti archeologici. Patria di legislatori, architetti, poeti, condottieri e atleti dell'antichità. Terra di Papi dimenticati, di Santi ed eremiti, di greci e bizantini".
 
Il libro pubblicato nel giugno 2021 ha avuto tante recensioni tutte favorevoli e positive e nelle varie manifestazioni nelle quali è stato presentato con la partecipazione dell'autore ha suscitato entusiasmo e partecipazione.
 
Tantissimi i personaggi storici citati nel libro, artisti, poeti, protagonisti della millenaria storia della culla della Magna Grecia. I tanti miti, le tante leggende e tante storie bellissime, commoventi che meriterebbero di essere molto più conosciute.
 
Ed il merito di Arcangelo Badolati è anche quello di aver contribuito a far conoscere storie forse troppo colpevolmente dimenticate.
 
Un viaggio fra le meraviglie dell'Aspromonte, dei luoghi fantastici della Costa degli Dei, della Sila di Gioacchino da Fiore, della "Consentia", l'Atene della Regione, del grande frate taumaturgo, San Francesco di Paola, conosciuto e celebrato in tutto il mondo.
 
Un capitolo del libro è stato anche dedicato alla storia dei tanti viaggiatori stranieri che sono giunti in Calabria e sono rimasti folgorati dalla sua bellezza.
 
Il percorso storico dei monaci basiliani e dei tanti monasteri edificati in terra di Calabria. Luoghi dove fiorirono le arti, la filosofia, le lettere.
 
Non poteva mancare un viaggio fra i tanti autori, intellettuali, romanzieri, orgogliosi della loro calabresità. Tante anche le donne protagonista delle Meraviglie della Calabria fra ninfe, brigantesse, regine e donne combattenti. 
 
Tante le storie raccontate nel libro di miti, leggende, di personaggi come Giacomo Casanova che arrivò in Calabria e soggiornò anche a Cosenza.
 
Tanti i paesaggi legati a miti antichi.
 
Un libro avvincente con una ricostruzione meticolosa e fedelmente documentata di tanti luoghi, vicende e personaggi che hanno segnato la storia di una terra antichissima, leggendaria e meravigliosa.
 
"La Calabria delle Meraviglie". La grande bellezza della Calabria che merita di essere riscoperta, rivalutata, amata e raccontata.
 
Gianfranco Bonofiglio

Editoriale del Direttore