Utenti connessi

Jole Santelli, ci lascia una donna forte, volitiva, che amava la vita e combatteva come una leonessa

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 Jole Santelli non è più con noi. La notizia è circolata come un lampo, come un fulmine da bocca in bocca, fra incredulità, dolore e sincera commozione. Una donna forte, volitiva che amava la vita e che combatteva con coraggio e determinazione come solo una leonessa sa fare la sua malattia che da cinque anni gli aveva imposto la sua sfida più terribile, più difficile. Ha meditato e riflettuto quando Silvio Berlusconi gli ha proposto di candidarsi a Governatrice della Calabria dopo che il veto di Matteo Salvini posto nei confronti della candidatura del sindaco Mario Occhiuto era oramai considerato invalicabile. Ha accettato, consapevole di una grande sfida anche in un momento difficile della sua vita. il 15 febbraio è stata proclamata Governatrice della Calabria, prima donna nella storia dei primi 50 anni dell'istituto regionale ed il 15 ottobre, dopo otto mesi la sua esperienza volge l termine con la fine della sue sofferenze. Tutto il mondo della politica ha pianto. Un minuto di silenzio alla Camera e al Senato, dichiarazioni di stima e di cordoglio da parte di tutti i leader politici, da parte di tutti i suoi amici parlamentari che negli anni ne hanno apprezzato le qualità e la sua propensione all'amicizia e alla solarità. Deputata al Parlamento dal 2001 sino alle sue dimissioni dopo essere stata eletta Governatrice. Deputata e sottosegretaria alla giustizia nella sua prima legislatura con il Governo Berlusconi dal 2001 al 2006. Era anche coordinatrice regionale di Forza Italia per la Calabria, unica regione dove Berlusconi e i suoi riescono a prendere percentuali a due cifre. L'unica roccaforte rimasta ad un partito che oramai con il suo 6% volge al termine della sua avventura politica. Domani i funerali presso la Chiesa di San Nicola a Cosenza, sabato la camera ardente presso la Cittadella regionale a Germaneto. Per Silvio Berlusconi "Nessuna parola è adeguata ad esprimere il mio dolore e quello di tutti noi di Forza Italia. Jole lascia davvero un vuoto incolmabile nelle nostre anime". Per Matteo Salvini "Andarsene a soli 51 anni, dopo aver lavorato per la tua gente, con il sorriso, fino a poche ore fa. La Calabria e l'Italia ti abbracciano Jole, una preghiera per te e un pensiero alla tua famiglia, ai tuoi amici e a tutta la tua comunità". La Governatrice Jole Santelli lascia un grande vuoto e indelebili rimarranno le sua esternazioni di  voglia di vivere che oggi assumono una valenza più forte e più commovente. Una donna che ha saputo affrontare la malattia con coraggio, che amava la vita e la sua Calabria. Una vera Leonessa.

Gianfranco Bonofiglio