Utenti connessi

Giannino Dodaro, segretario regionale Spi - Cgil, "Riaprire i centri sociali per gli anziani e pensionati"

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Il segretario regionale della Spi - Cgil Calabria con delega centri anziani, diritti e benessere, Giannino Dodaro, ha rivolto un forte ed accorato appello al Presidente della Regione Calabria On. Santelli e e tutti i sindaci calabresi per  riaprire i centri di aggregazione sociale per anziani e pensionati. "È noto che questo periodo di emergenza sanitaria che stiamo attraversando a causa del covid-19, abbia colpito tutti i settori produttivi e professionali incrementando maggiormente la crisi socio-economica preesistente nella nostra regione. Per fronteggiare questa difficile situazione, le istituzioni - afferma Giannino Dodaro - si sono impegnate a mettere in campo iniziative per la ripartenza del tessuto economico e sociale che, purtroppo peró, ad oggi non sono state pienamente efficienti per tutti i settori. Tuttavia, come sempre i più penalizzati rimangono gli anziani che, non solo hanno vissuto un periodo di isolamento e solitudine ma in alcuni casi non sono riusciti a provvedere ai propri bisogni primari. Ancora oggi, peró, questa categoria rimane nell'ombra. Infatti, dal momento in cui il Presidente della Regione Calabria ha dato la possibilità di riaprire tutte le attività commerciali, ricreative e turistiche nel rispetto delle norme anti-covid, non ha pensato ai tantissimi pensionati calabresi. Questa categoria, che rappresenta la storia del nostro territorio e che ha contribuito alla crescita dello stesso, ha diritto a frequentare luoghi di aggregazione sociale in cui si svolgono attività motorie, ludiche, didattiche e di prevenzione".  La proposta del segretario regionale dello Spi Cgil Calabria Giannino Dodaro con delega ai centri sociali, diritti e benessere, è quella di costituire al più presto un tavolo di lavoro e di confronto tra sindacati, amministrazioni ed esperti virologi, per stabilire un piano di sicurezza e di prevenzione nei centri di aggregazione sociale della Calabria. "La preoccupazione dello Spi Cgil Calabria - conclude Giannino Dodaro - è quella di salvaguardare la salute dei pensionati calabresi non solo dal punto di vista fisico ma anche psicologico. In una regione come la nostra che fortunatamente ha visto pochi decessi per il coronavirus, non possiamo permettere che le fasce più esposte si ammalino di solitudine e di depressione".
Redazione