Archiviate le elezioni e definiti i nomi dei 19 parlamentari che rappresenteranno la Calabria nel nuovo Parlamento composto da 600 parlamentari, inizia, come al solito, il toto "sottosegretari".

Ovviamente a competere i  parlamentari eletti nelle liste della maggioranza di governo.

Per la Calabria, si sente affermare nei corridoi della politica, si potrebbe arrivare alla nomina di ben quattro sottosegretari.

Ad avere le maggiori possibilità è, ovviamente, il neosenatore Mario Occhiuto, che non solo gode di grande stima con il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ma è anche il fratello di Roberto Occhiuto, Governatore della Calabria, che ha oramai raggiunto un considerevole peso nazionale nell'ambito del partito degli azzurri.

Il Senatore Mario Occhiuto con il Senatore Silvio Berlusconi

Per Mario Occhiuto si potrebbe configurare la nomina a sottosegretario per i beni culturali.

Ottime possibilità anche per Alfredo Antoniozzi, eletto in Calabria ma da anni residente a Roma e figlio d'arte essendo il figlio del già Ministro Dc, Florindo Antoniozzi, in ottimi rapporti personali con Giorgia Meloni.

In alternativa al sottosegretariato potrebbe ottenere la presidenza di una commissione.

Ben quotata anche Wanda Ferro, deputata da sempre vicinissima e fedelissima di Giorgia Meloni. Per Wanda Ferro si vocifera anche la possibilità di una nomina a Viceministro.

Altra competitor per un sottosegretriato e precisamente alla sanità è la neodeputata Simona Loizzo, attuale capogruppo della Lega in Consiglio regionale, alla quale subentrerà Pietro Molinaro, già consigliere regionale nella precedente legislatura.

La deputata Simona Loizzo con Matteo Salvini

Nella Lega vi è anche l'ambizione di un posto a sottosegretario del deputato alla seconda legislatura, Domenico Furgiuele per il quale sembra essere destinatario della nomina di segretario regionale della Lega al posto dell'attuale commissario regionale, Giacomo Saccomanno, che potrebbe essere nominato assessore regionale al posto di Tilde Minasi, eletta al Senato.

 
Redazione

Editoriale del Direttore