Nelle elezioni regionali del 26 gennaio 2020 si recarono alle urne 840.563 elettori, circa il 75% dei"veri elettori" che abitano in Calabria ( non si considerano i fuorisede, circa i 200.000 e gli iscritti all'Anagrafe Italiani Residenti all'Estero, circa 400.000).

Vinse la compianta Governatrice Jole Santelli che con sei liste prese 449.682 voti, il 55,3%. eleggendo 19 consiglieri regionali. i restanti 11 andarono all'opposizione. Molti i candidati di quella tornata elettorale che superarono la soglia dei 6.000 voti, esattamente in 31 su un totale di 14 liste e 336 candidati. Elenchiamo i primi dieci eletti. Il più votato in Calabria fu Nicola Irto del Pd con 12.417 voti, ricandidato nel Pd nella Circoscrizione Sud, al secondo posto con 12.079 voti Gianluca Gallo di Forza Italia, ricandidato in Forza Italia nella circoscrizione Nord, al terzo posto Sinibaldo Esposito eletto con 10.310 voti nella lista della Casa delle Libertà e ricandidato nella Circoscrizione Centro nella lista dell'UDC, segue nella classifica al quarto posto Giovanni Arruzzolo con 8.801 voti eletto in Forza Italia nella circoscrizione Sud e ricandidato in Forza Italia, al quinto posto Luca Morrone, eletto nella lista di Fratelli d'Italia con 8.105 voti nella Circoscrizione Nord non più ricandidato ma, in compenso, è stata candidata la moglie Luciana De Francesco, sempre in Fratelli d'Italia, al sesto posto Domenico Creazzo eletto in Fratelli d'Italia con 8.092 voti nella Circoscrizione Sud ma non più candidato per essere stato coinvolto in pesanti inchieste giudiziarie, al settimo posto Domenico Tallini con 8.071 voti eletto in Forza Italia nella circoscrizione Centro e non più candidato perché anche lui coinvolto in vicende giudiziarie. All'ottava posizione Giuseppe Mattiani che nella lista "Jole Santelli Presidente" nella Circoscrizione Sud ( provincia di Reggio Calabria) ha ottenuto ben 7809 voti senza essere eletto. Ci riprova da candidato nella lista di Forza Italia. Al nono posto fra i più votati e stessa sorte per Pino Gentile, che dopo ben sette legislature consecutive, pur avendo ottenuto ben 7.824 voti, dopo ben 35 anni di permanenza nel palazzo regionale ha dovuto accettare la sconfitta. Nelle elezioni del 3 e 4 ottobre in Forza Italia è candidata la figlia Katya Gentile. Al decimo posto fra i più votati in Calabria il 26 gennaio 2020 Domenico Bevacqua con 7.597 voti presi nella lista del Pd e ricandidato nella circoscrizione Nord sempre nel Pd. Continuiamo la nostra Hit Parade dei più votati con l'undicesimo posto dove si piazza Giuseppe Aieta con 7.493 voti presi nella lista del Democratici Progressisti e ricandidato nella lista del Pd nella Circoscrizione Nord. Al dodicesimo posto Giuseppe Neri con 7.455 voti ottenuti in Fratelli d'Italia nella circoscrizione Sud, ricandidato sempre nella stessa lista. Alla tredicesima posizione Enrico De Caro con 7.413 voti nella lista di Fratelli d'Italia nella circoscrizione Nord non più ricandidato. Nella quattordicesima posizione Francesco De Nisi con 7.016 voti presi nella lista della Casa delle Libertà nella circoscrizione Centro non eletto ed oggi ricandidato con Coraggio Italia. Al quindicesimo posto Carlo Tansi candidato nella lista Tesoro Calabria con 6.645 voti non eletto ed oggi ricandidato sempre nella Circoscrizione Nord con la lista Tesoro Calabria. Al sedicesimo posto Domenico Giannetta candidato ed eletto nella lista di Forza Italia con 6.470 voti e ricandidato nella circoscrizione Sud ( Domenico Giannetta è anche stato parlamentare dal 31 marzo 2020  subentrando alla compianta Jole Santelli sino al 7 maggio 2020 e quindi per soli 37 giorni quando si dimise dalla Camera per rimanere alla Regione. Dimissioni che consentirono a Sergio Torromino di subentrare alla Camera. Con tali scelte il primo dei non eletti è divenuto Andrea Gentile, figlio dell'ex sottosegretario Antonio Gentile, che subentrerà alla Camera a Roberto Occhiuto qualora lo stesso Occhiuto dovesse essere eletto Governatore). Al diciassettesimo posto Antonio Andrea Billari eletto nella Circoscrizione Sud con 6.935 voti con i Democratici Progressisti e ricandidato nelle liste del Pd. Al diciottesimo posto Filippo Mancuso eletto con 6.384 voti nella Lega nella Circoscrizione Centro e ricandidato sempre nella Lega. Nella diciannovesima posizione Nicola Paris che venne eletto con 6.343 voti nella lista dell'Udc non più ricandidato per coinvolgimenti in inchieste giudiziarie. Infine nella ventesima posizione Domenico Battaglia eletto con 6.250 voti nella lista del Pd nella Circoscrizione Sud e ricandidato nello stesso partito. In ultima analisi fra i primi venti in quattordici sono ricandidati, per due di  loro si è scelta la soluzione dei congiunti. E' il caso della moglie di Luca Morrone e della figlia di Pino Gentile. Per altri tre, Tallini, Paris e Creazzo, la ricandidatura è stata stoppata da problemi giudiziari e uno solo non si ricandida più.  Sarà interessante osservare agli scrutini se i ricandidati prenderanno ancora una volta migliaia e migliaia di preferenze e se Pino Gentile e Luca Morrone saranno in grado di passare i loro voti ai loro congiunti
Redazione








Editoriale del Direttore (2)