La situazione pandemica in Calabria e soprattutto in Provincia di Cosenza si aggrava giorno dopo giorno e le lunghe file di ambulanze con pazienti Covid in attesa di  un posto letto che non c'è ne sono la triste testimonianza.

Il cuore del dramma è una sanità allo sfascio che neanche dopo 14 mesi di Pandemia ha saputo dare una risposta ai tanti mali cronici che la affliggono, con una classe politica sanguisuga e truffaldina che ne ha determinato la distruzione. E sulla situazione pandemica ed il proverbiale disastro della sanità calabrese interviene con durezza e decisione Luigi De Magistris, primo cuttadino di Napoli e candidato alla Presidenza della Regione alle prossime elezioni di ottobre. “Mentre il Presidente che non c’è Spirlì pensa ad andare allo stadio - afferma Luigi De Magistris - mentre gli stadi sono chiusi al pubblico, la situazione dei presidi sanitari in Calabria è drammatica a seguito dell’aumento dei contagi. Pazienti che muoiono senza riuscire ad essere curati. Questa terra ha bisogno subito di donne e uomini che con competenza, onestà e coraggio si possano mettere al servizio del popolo calabrese". "Negli ultimi decenni politici indegni e non di rado collusi - conclude Luigi  De Magistris - hanno sulla propria coscienza la distruzione della sanità pubblica. La Calabria non merita questi soprusi e queste immagini. Siamo pronti, un giorno dopo il voto, a ribaltare tutto questo.“
Redazione


  • I piu Letti

  • Ultime News

Editoriale del Direttore (2)