Luigi De Magistris continua la sua campagna elettorale battendo a tappeto tutta la Calabria mentre altri attendono le direttive ed le imposizioni romane per poi dare il via ai loro mezzadri per avviare la campagna elettorale. Decisioni che saranno prese solo dai vertici romani e dove i calabresi non contano nulla di nulla. Mentre la candidatura di De Magistris nasce dal basso senza alcuna segreteria romana. Lo stesso De Magistris intervistato su La7 a "Tagadà". "La mia è una candidatura di alternativa a un consociativismo che ha governato nei decenni la Calabria e ci rivolgiamo a tutti con una coalizione civica che si sta allargando ogni giorno di più. Ci rivolgiamo agli elettori e ai calabresi che sono tanto nel centrodestra, tanto nel centrosinistra. Non è una proposta qualunquista, generalista o populista, ma parla a quei bisogni di una terra umiliata che però ha tantissime risorse che si vogliono riscattare. E’ un progetto nuovo, assolutamente innovativo e c’è grande entusiasmo. Può sembrare una strada in salita, e lo è, ma è una grande sfida. Si stanno candidando con noi anche esponenti di un’ala moderata e conservatrice, quindi non è un’esperienza radicale". Inoltre Luigi De Magistris ha evidenziato nell'intervista anche il "grandissimo interesse nella base del Movimento 5 Stelle per la nostra coalizione civica. Ho parlato con diversi esponenti e credo che sia un’opportunità per il Movimento, soprattutto per la base, per comprendere se ormai sono definitivamente il partito che sta con Berlusconi, Renzi, Zingaretti e ovviamente Salvini, oppure se sui territori c’è ancora la speranza di vedere i meetup di una volta”. Infine Luigi De Magistris ha concluso la sua intervista evidenziando che  “c’è la coalizione civica di Carlo Tansi, che si candidò un anno fa e prese circa il 7%, poi c’è la lista Calabria resistente e solidale di Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace, poi ci sono le mie liste e quelle dei meridionalisti. E’ una coalizione che si sta allargando ogni giorno sempre di più, c’è grande entusiasmo”.
 
( nella foto Luigi De Magistris e Carlo Tansi)
 
Redazione

Editoriale del Direttore (2)