Utenti connessi

Spilinga, incendio distrugge lo stabilimento dell'azienda "L'Artigiano della 'nduja", solidarietà dal Presidente della Camera di Commercio, Sebastiano Caffo

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il vasto e grave incendio che nella giornata di ieri ha devastato gli stabilimenti produttivi dell’Azienda “L’Artigiano della ‘Nduja” a Spilinga dell’imprenditore Luigi Caccamo, ha di fatto cancellato una delle più importanti e riconosciute eccellenze del territorio del settore agroalimentare, provocando un diffuso senso di amarezza e smarrimento. Appresa la notizia nell’immediatezza del verificarsi della tragedia, il presidente della Camera di Commercio di Vibo Valentia Sebastiano Caffo, si è subito recato sul posto per testimoniare all’imprenditore  Caccamo, alla sua famiglia, all’Azienda, dunque, ai suoi dirigenti e ai lavoratori, la vicinanza e solidarietà personale e istituzionale, perché in un momento così tragico non si sentano soli e non perdano la speranza di poter ricominciare. “Di fronte ad una tragedia di tali proporzioni –dice il Presidente Caffo- proviamo un senso di profondo dolore se solo pensiamo ai sacrifici, al coraggio e al lavoro quotidiano che nel corso degli anni l’imprenditore Caccamo e la sua Azienda hanno mantenuto per inseguire un obiettivo di solidità e successo che ora sembra essere improvvisamente e letteralmente andato in fumo. Anche se le immagini ancora vive del devastante incendio e le macerie che ha lasciato potrebbero oggi portare ad annientare qualsiasi speranza futura, la nostra vicinanza a Luigi Caccamo e alla sua Azienda –continua Caffo- vuole invece trasmettere concretamente conforto, solidarietà e soprattutto allontanare qualsiasi sentimento di solitudine e abbandono perché  Luigi Caccamo sappia di non essere solo né ora né quando sarà il momento di ricominciare, perché mai abbia a perdere questa speranza e questa prospettiva di rinascita. L’Azienda Caccamo rappresenta infatti un orgoglio di famiglia ma anche un importante patrimonio produttivo per il nostro territorio che non deve essere assolutamente disperso. Sono certo –aggiunge il Presidente Caffo- che Luigi e sua moglie Graziella non si arrenderanno di fronte a questo grave disastro e saranno capaci di rialzarsi per ripartire con maggiore slancio , forti dell’esperienza di tanti anni che ha portato l’azienda ad essere gradualmente il punto di riferimento della vera ‘Nduja di Spilinga, riconosciuta da tutti in campo nazionale ed estero.. Una sfida che ha contribuito a rendere famoso questo favoloso prodotto  e la sua terra d’origine  e che deve continuare a dare lustro con la sua unicità alla nostra provincia e a tutto l’agroalimentare calabrese. Mi auguro –conclude Caffo- che tutte le istituzioni facciano sentire la loro vicinanza a Luigi e a chi, come lui, ogni giorno fa immani sacrifici per creare lavoro e prospettive future anche e soprattutto in un territorio non sempre facile e sicuro come il nostro e soprattutto in momenti difficili come questo”.

Redazione