Nonostante le panchine rosse inaugurate e simbolo contro la violenza alle donne e nonostante l'impegno delle istituzioni crescono sempre più gli episodi di aggressione e violenza verso le donne.

Solo nella giornata di ieri si sono registrati a Cosenza ben tre preoccupanti episodi. Due donne aggredite dai loro compagni e una giovane di 27 anni che ha subito alla Villa Vecchia un tentativo di violenza sessuale. Una delle aggressioni ha interessato addirittura una donna in stato di gravidanza che ha avuto una discussione con il proprio compagno proprio in merito all'attesa del bambino. L'uomo trentunenne è stato tratto in arresto. Il secondo episodio si è registrato nel centro storico. Una donna di 36 anni picchiata dal compagno sembra per motivi di denaro. Infine la brutta storia di una ragazza di 27 anni che nella serata di ieri mentre era impegnata nello scattare delle foto all'interno della Villa Vecchia nel centro storico un uomo l'ha afferrata alle spalle spingendola verso un muro e palpeggiandola nelle parti intime tentando una violenza. La ragazza che è riuscita a divincolarsi in chiaro stato di paura e shock si è precipitata in strada chiedendo aiuto a dei passanti che hanno subito avvertito le forze dell'ordine prontamente intervenute sul posto. La ragazza non è stata in grado di descrivere l'aggressore ma la polizia ha avviato apposite indagini visionando le telecamere di sorveglianza situate all'interno della Villa Vecchia sperando in tal modo di individuare il soggetto che ha tentato la violenza. Ben tre episodi in un solo giorno che denotano come vi sia molto da lavorare per tutelare e far crescere il rispetto verso il gentil sesso.

Redazione

 

Editoriale del Direttore (2)