Grande interesse. e non poteva essere altrimenti. per il Festival dell'Energia e dell'Acqua 2021 in corso di svolgimento e dalla durata di tre giorni. il 23, 24 2 25 giugno.

Il Festival è stato aperto con la cerimonia di inaugurazione e taglio del nastro presso la Sala del "Museo del Presente" di Rende nel rispetto delle norme anti - covid. Nel convegno di apertura moderato dalla giornalista Filomena Tucci hanno partecipato il dirigente Francesco Viscomi da delegato del Sindaco di Rende, Marcello Manna, Francesco Gervasi, consigliere e delegato per l'ambiente in rappresentanza del Presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, Fortunato Amarelli, Presidente di Confindustria Cosenza, l'Ing. Gerardo Cuffaro, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Catanzaro, L'ing. Daniela Provenzano in rappresentanza dell'Ordine degli Ingegneri di Cosenza, il Sindaco di Dipignano , Gaetano Sorcale, l'ing. Antonio Anelo, Presidente di Energia Calabria e l'Ing. Nicola De Nardi, Direttore del Festival.  Giunto alla sua dodicesima Edizione il Festival dell'Energia e dell'Acqua 2021 è un importante appuntamento di rilevanza oramai nazionale sul tema della lotta ai cambiamenti climatici per un futuro sostenibile. L'obiettivo sul quale si fonda la transizione ecologica ed il futuro stesso del nostro pianeta e dell'esistenza stessa dell'uomo. Per l'Ing. Nicola De Nardi, fondatore e Direttore del Festival "Il pianeta terra è ad una svolta molto importante per la sopravvivenza dell'umanità. Il pianeta terra - afferma l'Ing. Nicola De Nardi - meraviglioso per le sue bellezze e risorse naturali viene devastato: la foresta amazzonica ed altre foreste vengono saccheggiate, le terre emerse e gli oceani sono pervasi dalla furia cieca dell'uomo". Ed in merito ai cambiamenti climatici è stata allestita una mostra espositiva che sarà attiva sulla piattaforma on line dedicata appositamente al Festival dell'Energia e dell'Acqua 2021. E tutte le iniziative programmate nei tre giorni del Festival sono diffuse attraverso la piattaforma on - line. Il Festival, suddiviso in sessioni tematiche, si contraddistingue per la partecipazione ed il contributo di insigni relatori ed esperti. La prima della prima giornata del Festival è stata caratterizzata dal tema "cambiamenti climatici e Città sostenibili", e, sempre nella prima giornata, dalla sessione successiva su"gestione sostenibile delle risorse idriche" . Nella seconda giornata la prima sessione è dedicata al tema "Rischio Idrogeologico e riqualificazione urbana" e la seconda sessione all'Energia rinnovabile e transizione energetica. La terza ed ultima giornata del Festival prevede una unica sessione sul tema "Finanziamenti europei e città sostenibili".  Tutti temi attualissimi e di grande importanza per la ripresa del Sistema Italia che punta molto sul Ricovery Fund e sulla transizione ecologica. Due pilastri del Governo Draghi ai quali è legata la ripresa dell'Italia post - Covid. Un Festival all'avanguardia, futurista e denso di analisi e proposte su temi non più rinviabili. Una edizione di grande prestigio che ripaga l'entusiasmo ed il grande dinamismo dell'ing. Nicola De Nardi, patron del Festival, e di tutti i suoi validissimi collaboratori che tanto impegno hanno profuso nel promuovere ed organizzare una coinvolgente tre giorni di confronto e di idee.

Redazione

  • I piu Letti

  • Ultime News

Editoriale del Direttore (2)