Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Items filtered by date: Sabato, 05 Gennaio 2019

La libertà dell'informazione e soprattutto di quell'informazione impegnata a far crescere la cultura della legalità e che da sempre è sottoposta a continui tentativi di controllo e censura, ripropone il dilemma di difendere ad oltranza il ruolo reale che il giornalismo assurge nella eterna lotta per la verità. Ed è sempre opportuno e attuale ricordare la storia di coloro i quali, credendo fermamente nel ruolo del giornalismo nella lotta alla criminalità, nella lotta alle mafie, hanno immolato la propria vita per amore della verità. Nove i giornalisti caduti sotto il piombo delle mafie. Nove storie diverse ma accomunate da un comune tragico destino e dalla comune esigenza di verità. Dal primo omicidio che risale al lontano 5 maggio 1960 di Cosimo Cristina, collaboratore con "L'Ora"di Palermo all'omicidio di Beppe Alfano, corrispondente del quotidiano di Catania "La Sicilia" avvenuto l'8 maggio 1993.

Published in Italia

"Vi sono ottomila droghe sintetiche sul mercato internazionale, facilmente reperibili su Internet. Di questi, le nostre forze dell'ordine che svolgono un lavoro straordinario e le polizie europee ne conoscono appena settecento". Lo afferma l'On. Jole Santelli, vice Presidente della commissione parlamentare antimafia di Forza Italia. "Queste droghe potenti hanno effetti devastanti sul cervello e sulla salute di adolescenti e giovani. Non sono tracciate - prosegue la vice Presidente della commissione antimafia - e quindi sfuggono anche alle rilevazioni biologiche."

Published in Politica

In merito alla pubblicazione di una notizia, poi rilevatasi infondata, si è discusso molto sull'attitudine sempre più frequente soprattutto fra i minorenni, dell'abuso di alcool, soprattutto nelle ore notturne. In merito a tale fenomeno che non può e non deve essere in alcun modo sottovalutato, interviene il dirigente del settore Educazione afferente al Comune di Cosenza, Mario Campanella.

Published in Cosenza

Aveva suscitato grande clamore la notizia circolata sui mass - media locali, sia on line che cartacei, secondo la quale nella notte di Santo Stefano ben 46 minorenni erano stati soccorsi in coma etilico presso il Pronto Soccorso dell'Ospedale cosentino. In realtà, in seguito ad una precisazione attraverso un post su facebook del Centodiciotto Cosenza, si è potuto constatare che la notizia era infondata e che si trattava, di conseguenza, di una fake news.

Published in Cronaca

Il segretario provinciale della FLC - CGIL, Pino Assalone, interviene su un fenomeno in forte aumento nella nostra città di Cosenza, quello dell'uso smodato di alcolici fra i minorenni. Infatti il dato di ben 46 giovani minorenni che nella notte di San Silvestro sono stati curati presso il Pronto Soccorso dell'Ospedale di Cosenza per coma etlico, lascia perplessi e sgomenti.

Published in News

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« January 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco