Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Riceviamo e pubblichiamo: "Buonasera, vorrei fare un appello ai cosentini, all’amministrazione, al sindaco… se fosse possibile. Vi scrivo per farvi vedere le condizioni della nostra casa sita su Corso Garibaldi, nel centro storico di Cosenza. Non si può che definire un disastro. Oltre ogni limite di vivibilità. E ci viviamo in 4, di cui 2 sono disabili. Stanno male. Siamo veramente in una situazione molto grave."

"Viale Mancini a Cosenza risulta ad oggi ancora arteria principale da utilizzare in caso di calamità. In seguito alla cantierizzazione di Viale Mancini, che ha scatenato numerose proteste da parte dei cittadini circa la sostenibilità e l’utilità dell’opera che vi sorgerà, è stato sollevato un importante quanto lecito dubbio: nel piano di emergenza comunale di protezione civile si prende in considerazione la chiusura del viale? La risposta è negativa. L’ultimo aggiornamento del piano risale a luglio 2017."

In merito alla questione Educazione civica a scuola, proposta adesso anche secondo una declinazione leghista questa mattina alla Camera attraverso i ministri Matteo Salvini (Interno), Marco Bussetti (Istruzione) e Lorenzo Fontana (Famiglia) che hanno presentato un Progetto di legge che vuole rendere la materia “obbligatoria in tutte le scuole italiane”, e visto che si tratta di una campagna portata avanti da diversi mesi dall'ANCI sull'educazione alla cittadinanza, è intervenuto il sindaco Mario Occhiuto proprio in qualità di delegato ANCI all'Urbanistica.

Un gemellaggio istituzionale che potrebbe sottendere incredibili connessioni tra le città di Padova e Cosenza risalenti addirittura al XII-XIII secolo, al tempo della Tavola Peutingeriana, l'antica carta sulla quale erano contrassegnati i percorsi e le vie militari dell'Impero Romano. Sulla Tavola è indicata nel Nord Est una pietra miliare che indica la via Agna, mentre nel tratto che collega la Campania, segnatamente Santa Maria di Capua Vetere con Reggio Calabria c'è un'altra pietra con l'inscrizione, risalente - sembra - al 1603, della via Popilia cui si è affiancata, più recentemente, un'altra pietra miliare con la scritta via Agna Popilia.

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« September 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

Archivio Articoli