Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Mondo

Libia nel caos. I ribelli avanzano, si combatte a 6 chilometri da Tripoli. Detenuti in fuga dalle carceri. Il premier Serraj chiede aiuto a Misurata. L'Italia intanto esclude un intervento doi forze speciali. Salvini attacca la Francia per la situazione nel Paese: 'La Libia non è più un porto sicuro? Chiedete a parigi', dice il vicepremier. Gli italiani a Tripoli per ora non si sentono in pericolo, ma c'è il rischio escalation.

Il presidente dellaCommissione europea, Jean-Claude Juncker, ha annunciato l’intenzione di proporre l’abolizione dell’ora solare e di estendere a tutto l’anno l’ora legale, ossia la convezione di spostare avanti di un’ora le lancette per sfruttare l’irradiazione del sole. L’esecutivo comunitario ha lanciato una consultazione pubblica sull’orario estivo e l’80% di chi ha partecipato si è espresso a favore di questa ipotesi.

Ventuno anni senza Lady D. Oggi, 31 agosto ricorre l’anniversario della morte di Diana Spencer, ex moglie del Principe Carlo di Inghilterra. Nata il 1 luglio 1961 a Sandringham, nel Regno Unito, ha lasciato i due figli, William e Harry, all’età di 36 anni nel 1997 quando è morta in un incidente automobilistico sotto il tunnel del Pont de l'Alma a Parigi. All’interno della Mercedes, che si è schiantata contro il tredicesimo pilastro della galleria, c’era anche il compagno, Dodi Al-Fayed. Un anno prima Lady D aveva divorziato dal Principe Carlo mettendo fine a un matrimonio molto travagliato, che aveva fatto emergere il lato più fragile della "principessa triste".

Giovedì, 30 Agosto 2018 09:32

Scontro Macron-Salvini sulla Ue

Il presidente francese Emmanuel Macron ha risposto alle parole del leader della Lega, e del primo ministro ungherese Viktor Orban, che lo hanno chiamato in causa come "guida di una forza europea che sostiene l'immigrazione": "Non cederò niente ai nazionalisti e a coloro che difendono i discorsi di odio. Se vogliono vedere in me il loro oppositore principale, hanno ragione", ha detto Macron. "Se ritengono che la Francia sia il nemico del nazionalismo, della politica dell'odio, dell'Europa che deve pagare quello che ci piace e che non imporrebbe alcuna forma di responsabilità e solidarietà, allora hanno ragione, sono il loro oppositore principale", ha detto il presidente francese rispondendo ai giornalisti durante la sua visita in Danimarca.

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« October 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco