Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Mercoledì, 12 Dicembre 2018 10:09

Marco Ambrogio: “quando capiremo che la città è di tutti...”

Rate this item
(0 votes)

“Ieri, come avvenuto di recente ed in passato, in altre centinaia di città d’Italia e del mondo, anche nella nostra amata Cosenza è sprofondato un tratto di strada per una forte esplosione di conduttura idrica che, per fortuna non ha causato danni letali a persone o cose. C’è stato subito un tam tam tra consiglieri comunali, assessori, sindaco, dirigenti, funzionari, vigili e semplici dipendenti per cercare di risolvere un problema improvviso che avrebbe da lì a poco causato tantissimi disagi a cittadini residenti, commercianti ed utenti tutti.”

E' quanto scrive su Facebook, Marco Ambrogio, Consigliere comunale e provinciale di Cosenza e attualmente Presidente ANCI Giovani Calabria e Consigliere Nazionale ANCI. "La macchina comunale ha funzionato alla perfezione e dopo 8/10 ore era tutto risolto con la notizia dell’immediata riapertura del tratto di corso Umberto, arteria principale e scenario della vicenda. La cosa che più mi ha sorpreso durante l’intera giornata è stata vedere, sentire e leggere parole di persone gioiose per l’accaduto, additando le colpe a quella o questa persona, responsabile, a loro dire, dello sprofondamento, quasi come se aspettassero un evento del genere per cantare vittoria o festeggiare qualcosa."

"Da amministratore, penso che nulla di speciale è stato fatto nel riparare immediatamente la rottura e riaprire repentinamente quel tratto di strada in un periodo festivo come quello attuale e con le varie criticità di traffico cittadino. Anche se non so quante amministrazioni lo avrebbero potuto e saputo fare così in fretta e bene. Una cosa però mi va di esternarla pubblicamente e cioè, quando si ama la propria città si valicano confini dell’appartenenza e si capisce che LA CITTÀ E' REALMENTE DI TUTTI, di chi la vive, di chi la desidera e di chi la sogna."

 

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« November 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco