Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

          

Sabato, 14 Luglio 2018 12:39

Maurizio Martina (Pd) vara la nuova segreteria, con Cuperlo e Madia, Mauri coordinatore, nessun vice

Rate this item
(0 votes)
Maurizio Martina Maurizio Martina

Il segretario Pd Maurizio Martina ufficializza la nuova segreteria nazionale, con coordinatore Matteo Mauri, deputato dell'area che fa capo a Martina e composta, fra gli altri, da Pietro Barbieri (Terzo Settore) Gianni Cuperlo (Partecipazione, Riforme, alleanze), e Marianna Madia (Comunicazione). Piero Fassino continuerà a rappresentare il Pd nella presidenza del Pse e a curare i rapporti con il gruppo europarlamentare e le organizzazioni della famiglia socialista.

I nomi della nuova segreteria dovrebbe traghettare il partito verso il Congresso del prossimo anno, ma nel frattempo arrivavano le parole di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna, possibile candidato dei renziani alla leadership: "All'assemblea di sabato avrei azzerato il gruppo dirigente e convocato immediatamente il congresso". Poi smorza i toni: "Mi accontento del fatto che si è deciso di fare un congresso perché abbiamo bisogno di una discussione ordinata, senza troppa confusione e poi si ridia mandato a iscritti e elettori di scegliere un gruppo dirigente autorevole".

Intanto Carlo Calenda, che in un'intervista a Repubblica lancia il nome di Gentiloni per la guida del partito, va già durissimo: "Non è una segreteria, è un harakiri. Oramai siamo alla farsa. Prima vanno dietro a Emiliano e nominano Boccia e poi si fanno dire di no da Emiliano. Che però promette eterna lealtà. L'unica cosa seria da fare è azzerare la segreteria e chiamare un congresso subito".

E in effetti la componente di Michele Emiliano, che doveva essere presente in segreteria con Francesco Boccia, sembra fare un passo indietro: "Caro Maurizio Martina abbiamo preso atto della tua volontà di avere Fronte Dem nella segreteria del Pd ma non possiamo accettare la tua proposta senza garanzia di un profondo cambiamento di linea politica rispetto al disastroso passato. Conta sempre sulla nostra lealtà".

Sullo sfondo poi ci sono i malumori dei renziani che puntavano su Teresa Bellanova come vicesegretario, ma sono stati delusi. E hanno dovuto incassare l'ingresso di Gianni Cuperlo, che aveva invece messo un veto su Luca Lotti. Lei però assicura: "Non facciamo il gioco di chi ora polemizza pur avendo trattato per esserci. Non siamo Emiliano. Noi non terremotiamo il Pd ma lavoriamo x rafforzarlo. A me va la delega al Mezzogiorno so che mi sarete accanto. Avanti, insieme".

 

 

 

 

SEGUI LA DIRETTA TV DI CALABRIA NEWS 24

« March 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Archivio Articoli

La Calabria vista da... Mario Greco