Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 26 Febbraio 2020
itenfrdees

Cultura

La Calabria è stata tra i protagonisti del Futurismo con gli artisti Umberto Boccioni (RC 1882-1916), Antonio Marasco (Nicastro 1896-1906), Enzo Benedetto (RC 1905 - 1993); Armiro Yaria (RC 1901 - 1980); Michele Berardelli (Cs 1912-1995), i post futuristi Lina Passalacqua (Sant’Eufemia d’Aspromonte RC 1933) e Silvio Lo Celso (Rende 1956 ) gli scrittori ed artisti Leonida Répaci (Palmi 1898-1985); Geppo Tedeschi (Tresilico-Oppido RC 1907-1933); scrittori e poeti, Piero Bellanova (Sant’Agata d’Esaro Cs 1917- 1987); Luigi Gallina (Corgliano Calabro 1906-1973); Giuseppe Carrieri (San Pietro in Guarano Cs 1886 - 1968); Alfonso Dolce (Cropani Cz 1882); Luca Labozzetta (Mileto - Vibo 1891-1917); Giovanni Rotiroti (Cardinale - Cz 1905-1983) Leonardo Russo (Catanzaro); Rodolfo Arturo Alcaro (alias Rofalcar futurista), Antonio Altomonte (n. Palmi); il giornalista Luigi Scrivo (Cz) direttore di artecrazia futurista e assistente di Marinetti; il giornalista gallerista Giuseppe Sprovieri (Montalto Uffugo Cs 1890-1988) inaugura nel 1913 con Marinetti a Roma la prima Esposizione di Pittura Futurista organizza serate e conferenze sul movimento, declamazioni dei versi paroliberi e delle onomatopee.

Posted On Venerdì, 31 Gennaio 2020 05:12

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria “entra” nella piattaforma del MiBACT dedicata al progetto “Luoghi del Contemporaneo” (promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea e Rigenerazione Urbana), con la Mostra, in Piazza Paolo Orsi, dedicata a “Umberto Boccioni. Un percorso”,a cura di Marisa Cagliostro, già docente di Storia dell’Architettura presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria e componente del Comitato Scientifico del MArRC, con Antonella Cucciniello, direttrice del Polo Museale della Calabria.

Posted On Venerdì, 31 Gennaio 2020 05:07

Nell’ambito del potenziamento dell’Educazione al patrimonio artistico, culturale e paesaggistico in chiave innovativa, a conclusione del PON “RESTART-manufatti in uso e opere sacre nella società contadina: riscoperta e conservazione”, oggi, giovedì 30 gennaio, nell’aula magna dell’ITI “A. Monaco” di Cosenza, alla presenza del dirigente scolastico Giancarlo Florio e di rappresentanti di istituzioni ed enti che hanno collaborato alla realizzazione del progetto, gli studenti presenteranno i lavori realizzati.

Posted On Giovedì, 30 Gennaio 2020 05:39

Il "dialetto fortifica il concetto"… E già è proprio vero non esiste locuzione più veritiera! I nostri momenti di vita “colorati” ossia: le battute fra gli amici, le liti accompagnate dalle quotidiane incavolature, gli intimi momenti familiari, sono sempre “condotti” dal dialetto di appartenenza in quanto esso riesce a trarre e farci comprendere le vere sfumature del concetto in essere. Chi parla un dialetto si auto-identifica con il territorio in cui vive rafforzando così il legame culturale con la tradizione. Il dialetto è importante, perché è vicinissimo alla vita quotidiana e verace in quanto rappresenta una diversità di radici storiche, di culture, di esperienze umane che non dobbiamo perdere.

Posted On Lunedì, 27 Gennaio 2020 10:08
Pagina 4 di 7

News dalla Calabria