Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 03 Giugno 2020
itenfrdees

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.lavocecosentina.it/home/2020/plugins/system/helix3/core/classes/menu.php on line 89
« June 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

Cultura

Laure Modigliani Nechtschein è figlia di Jeanne, unica figlia di Amedeo Modigliani (12.7.1884 - 24.1.1920). La nipote del grande artista probabilmente verrà a Cosenza fra poco più di un anno in occasione del centenario della morte di Modigliani che cadrà a gennaio 2020 e rappresenterà per il mondo scientifico un'occasione per ricordare uno dei più grandi artisti del ‘900 interprete della bellezza e dello stile italiano. Laure Modigliani è presente nella foto mentre tocca la "Cariatide di Cosenza", in mostra nel 2006 alla Sapienza, inaugurata dall'allora Ministro ai Beni Culturali Francesco Rutelli.

È Paolo Palma, giornalista e storico dell’Italia contemporanea, il nuovo presidente dell’Icsaic, l’Istituto calabrese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea che ha sede all’Università della Calabria. Subentra a Pantaleone Sergi, giornalista, storico e scrittore che, dopo avere guidato l’Istituto per otto anni, per sua scelta ha deciso di non proporre la propria candidatura e ora assumerà la presidenza del Centro di Ricerca sulle Migrazioni. Lo ha deciso l’assemblea dei soci dell’Istituto che si è riunita per fare il punto sui progetti realizzati nel 2018 (in particolare quello sul centenario della Grande Guerra e sulla Brigata Catanzaro) e programmare il lavoro di ricerca nel prossimo hanno sulla base dei progetti elaborati dal direttore Vittorio Cappelli.

Sold out e lunghi applausi per la splendida interpretazione del prof. Toti di Leo Gullotta e il suo Pensaci Giacomino. Un altro grande successo per la “Rassegna L'AltroTeatro”. Mercoledì sera, sul palco del Teatro Rendano, l'opera pirandelliana diretta da Fabio Grossi, in scena l'istrionico Leo Gullotta. Finanziato dalla Regione Calabria, quale evento storicizzato- sull'avviso pubblico per la selezione e finanziamento di interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali, la qualificazione e il rafforzamento dell'offerta culturale- vede, inoltre, il supporto dell’Amministrazione comunale di Cosenza.