Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 03 Giugno 2020
itenfrdees

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.lavocecosentina.it/home/2020/plugins/system/helix3/core/classes/menu.php on line 89
« June 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

Per l'ultimo sondaggio Swg per il Tg La 7 di Enrico Mentana la Lega continua ad essere sempre in voga con un 33%, un terzo del voto degli italiani, e con un 26,5% del Movimento 5 Stelle che conferma, quindi, una forte fiducia al Governo sorretto da un contratto di governo fra le due forze politiche. Insieme sono al 59,5%, quasi il 60%, una percentuale altissima soprattutto per due partiti al governo, sapendo che chi governa tende sempre a calare il proprio consenso.

"Pensavo alle tante volte che siamo stati ostacolati, non solo nella realizzazione di importanti opere pubbliche ma anche nelle nostre attività volte al miglioramento dei servizi. Se la Regione non avesse bloccato, per esempio, il servizio della Circolare Veloce Cosenza/Rende/Unical per favorire i trasportatori locali, oggi le persone avrebbero potuto spostarsi più facilmente nella città unica, senza bisogno nemmeno del tram di superficie. In un mese avevamo addirittura decuplicato i servizi. Ci sarebbe stato molto meno traffico e inquinamento ambientale, perché sarebbero diminuite di moltissimo le auto in entrata e uscita da Cosenza a Rende e viceversa. Ho denunciato all’epoca pubblicamente la cosa."

Incontro per gli auguri di Natale organizzato dal coordinamento cittadino della Lega di Cosenza. Tanti amici, tanto entusiasmo. La lunga giornata di militanza per il Segretario Provinciale della Lega, Bernardo Spadafora non poteva non concludersi nella città dei Bruzi.

Che la Regione Calabria fosse governata con piglio deciso e quasi autoritario dal Governatore Mario Oliverio è fatto notorio come notorio è il ridimensionamento del ruolo del consiglio regionale, in nessuna legislatura ridotto a ruolo di comprimario come quella attuale, e come notorio è il ruolo di una giunta esclusivamente tecnica dove la forza motrice è solo quella del Governatore. In tale situazione del tutto particolare e mai registrata sinora nella storia del regionalismo calabrese la riconferma dell'obbligo di dimora per il Governatore Mario Oliverio da parte del Tribunale della Libertà pone un serio problema di governabilità.

Il deputato della Lega, Domenico Furgiuele, impegnato presso la Camera dei Deputati nell'approvazione della manovra finanziaria ha presentato due ordini del giorno che riguardano temi importanti per la nostra Regione Calabria, il primo riguarda un finanziamento di 5 milioni di euro l'anno per incentivare le prestazioni termali ed il secondo relativo ad impegnare il Governo nel destinare specifiche risorse per l'ampliamento dello scalo aeroportuale di Lamezia Terme considerando il notevole numero di passeggeri sempre in costante crescita.