Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Sabato, 04 Aprile 2020
itenfrdees

Items filtered by date: Domenica, 27 Ottobre 2019

Elezioni regionali in Umbria, arriva l'affluenza delle 19. E cresce ancora, scollinata già quota 50%: "Secondo i dati raccolti alle ore 19, nei 1005 seggi allestiti in Umbria per l’elezione del Presidente della Regione Umbria e dei 20 consiglieri dell’Assemblea legislativa della undicesima legislatura (2019-2024) - scrive la Regione Umbria - , hanno votato il 52,10 per cento degli aventi diritto".

Published in Dall'Italia

Il welfare italiano ha nel sistema pensionistico la sua manifestazione più eloquente. Non c'è infatti nulla di più ingiusto e corrotto di questo modo malavitoso di sottrarre risorse ai lavoratori, obbligandoli a destinarli all'Inps, per poi distribuirli in maniera totalmente arbitraria. Com'è noto, le pensioni di Stato sono da sempre al cuore degli interessi del mondo sindacale. Chiunque provi a immaginare un'alternativa al sistema attuale si trova fatalmente dinanzi al fuoco di sbarramento delle organizzazioni dei lavoratori, tanto più che la Triplice si regge ormai più sui pensionati che sugli iscritti in attività.

Published in Dall'Italia

Circa tremila persone a Predappio per la manifestazione organizzata dagli Arditi d'Italia in occasione del 97esimo anniversario della marcia su Roma che il 28 ottobre 1922 portò il fascismo al potere. Una dozzina i grossi pullman arrivati prevalentemente da Veneto, Lombardia, Toscana, Lazio ed Emilia-Romagna. Il corteo, aperto da un maxi tricolore di una decina di metri portato a braccio, ha raggiunto il cimitero di San Cassiano dove si trova la cripta di Benito Mussolini cui il paese dell'Appennino forlivese ha dato i natali.

Published in Dall'Italia

Dalla prossima settimana l'autunno entra nel vivo: in arrivo piogge, temporali, vento e netto calo delle temperature. Dunque, afferma il meteorologo Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com, "l'autunno alza la voce nella nuova settimana; un fronte freddo porterà piogge e temporali da Nord a Sud tra martedì e giovedì, con temperature in calo anche di 8-10 gradi e prima neve sui rilievi fino alle quote medie".

Published in Ambiente

In corso le elezioni regionali in Umbria: si vota per scegliere il nuovo governatore. Intanto cresce nettamente, di oltre quattro punti, l'affluenza al voto rispetto alla precedente consultazione: alle 12 ha infatti votato il 19,55% degli aventi diritto contro il 15,39% del 2015, come ha reso noto il ministero dell'Interno in base ai dati dei 92 comuni. La percentuale è del 19,68 in provincia di Perugia (15,65) e del 19,19 (14,64) in quella di Terni.

Published in Dall'Italia

Restano in carcere Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, accusati di concorso nell'omicidio di Luca Sacchi. Lo ha deciso il Gip di Roma che ha convalidato il fermo ed emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, accusati dell'omicidio di Luca Sacchi nell'ambito dell'interrogatorio di convalida del fermo. Nei confronti dei due 21enni il pm ha contestato i reati di concorso in omicidio, rapina, detenzione e porto abusivo di armi. 

Published in Dall'Italia

Il Sinodo dei vescovi sull'Amazzonia apre alla possibilità per l'area di "ordinare sacerdoti uomini idonei e riconosciuti della comunità, che abbiano un diaconato permanente fecondo e ricevano una formazione adeguata per il presbiterato, potendo avere una famiglia legittimamente costituita e stabile". Per questo occorre stabilire "criteri e disposizioni da parte dell'autorità competente". Non si tratta dei viri probati ma è una novità. Il paragrafo è stato approvato ma ha registrato il maggior numero di 'no': 41 (128 i sì).

Published in Dal Mondo

Dall'avvocato Carlo Salvo, della Lega Calabria riceviamo e volentieri pubblichiamo: "L’attesa per il responso regionale dell’Umbria, tiene con il fiato sospeso i politici ed aspiranti Calabresi. Mentre si fantastica sulle proprie ambizioni personali, il popolo calabrese piange. Sembra che il problema principale da risolvere sia legato ad un nome da spendere alla carica di governatore, tutto il resto passa in secondo, terzo e quarto piano. L’agricoltura, l’industria, il commercio, le vie di comunicazioni, l’occupazione giovanile, la sanità, gli anziani, i disabili ecc. non costituiscono oggetto di attenzione e di interesse per coloro i quali si affacciano o vogliono proseguire il cammino politico - istituzionale, fallimentare, intrapreso nel corso dei precedenti anni. La Calabria non merita questo trattamento, ai Calabresi non interessano le vuote ambizioni personali, ma progetti seri e fattibili affinché possa iniziare l’opera di risanamento, da sempre attesa e mai intrapresa."

Published in In Evidenza

"Gangsters a Cosenza" rappresenta in assoluto il primo lavoro bibliografico di 213 pagine sul fenomeno criminale cosentino. Venne pubblicato nel lontanissimo 1982, in piena guerra di mafia, dalla Effesette Editori di Cosenza e raccolse tutti gli atti del'omonimo convegno che si tenne il 10 gennaio 1982. A promuovere l'iniziativa l'università della Calabria con il Prof. Pino Arlacchi, la triplice Cgil - Cisl e Uil, Magistratura democratica ed il Siulp. Interssante la relazione a firma di Pino Arlacchi: "Gangsterismo e società a Cosenza".

Published in Editoriale

L'inchiesta Passapaurtout suscitò grande clamore a suo tempo e ieri la Procura di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio per tutti gli indagati. L'inchiesta riguardava delle presunte irregolarità nella gestione di alcuni appalti, e, fra questi, i lavori per la metropolitana leggera a Cosenza. Fra gli indagati per i quali ora viene il rinvio a giudizio figurano nomi eccellenti della politica calabrese come quello dei due aspiranti candidati alla presidente della Regione Calabria, l’uscente Mario Oliverio (Pd) e il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto (Forza Italia), dell’ex vicepresidente della Regione, Nicola Adamo, e dell’ex assessore regionale ai Lavori pubblici, Luigi Incarnato (accusato di traffico di influenze illecite perché, nel febbraio 2016, sfruttando le sue relazioni politiche con molti consiglieri comunali di Cosenza, li avrebbe convinti a dimettersi per fare cadere il sindaco Occhiuto), oltre a vari dirigenti della Regione e ad alcuni imprenditori.

Published in In Evidenza
Pagina 1 di 2

News dalla Calabria