Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 26 Gennaio 2020
itenfrdees

L'Angolo della Memoria

Sono trascorsi ben 28 anni dall'omicidio del giudice calabrese, Antonino Scopelliti, uomo probo e fedele allo Stato e alle Istituzioni. In ricordo dell'integerrimo servitore dello Stato pubblichiamo un articolo a firma di Aaron Pettinari e Luca Grossi pubblicato su Antimafiaduemila.com, importante rivista del mondo dell'antimafia. Articolo di Aaron Pettinari e Luca Grossi. "E' una giornata calda quella del 9 agosto 1991. Sono circa le 17.20 quando il giudice calabrese, Antonino Scopelliti, all'epoca sostituto procuratore generale della Cassazione, sta tornando a casa dopo aver trascorso qualche ora al Lido Gabbiano di Favazzina. Viaggia da solo, senza scorta. Ad un tratto, tra Campo Calabro e Villa San Giovanni, la sua Bmw viene affiancata da una moto. I killer (almeno due), sparano con fucili calibro 12, caricati a pallettoni. Due colpi lo raggiungono alla testa senza dare scampo al giudice. Priva di controllo l'auto prosegue per circa dieci metri, sfonda un cancello e finisce fuori strada, in un vigneto. Una telefonata anonima avverte il posto di polizia di Villa San Giovanni e gli agenti che arrivano sul posto in un primo momento pensano di trovarsi di fronte ad un classico incidente stradale, ma dopo aver scoperto i fori sul corpo senza vita del magistrato tutto diventa più chiaro: Scopelliti è vittima di un omicidio."

Posted On Sabato, 10 Agosto 2019 08:18

L'iniziativa ha riguardato anche il convegno ‘Società Civile e Cultura per la Legalità/Economafia’ - organizzato dall’Unpli (Unione Nazionale Pro Loco Italia) in collaborazione con l’Osservatorio sulla Legalità della Provincia di Cosenza, il Comune di Rogliano e la Pro Loco. Al dibattito, che è stato coordinato da Gianfranco Bonofiglio, oltre al sindaco della città, Giuseppe Gallo, hanno partecipato il vice ministro della Giustizia Luigi Li Gotti, il Prefetto di Cosenza, Francesco Antonio Musolino, il questore Guido Marino, il comandante della Compagnia Carabinieri di Rogliano, Stefano Monnati, l’europarlamentare Beniamino Donnici, il giudice Luigi Riello e il sociologo Pino Arlacchi.

Posted On Lunedì, 22 Luglio 2019 09:38

Per ricordare i cinquant'anni dello sbarco dei primi uomini sulla luna si è tenuto, giovedì giorno 18 luglio, a San Marco Argentano (CS), in piazza Umberto I, un incontro conviviale tra i parenti di Dario Antonucci e i cittadini organizzato da Paolo Chiaselotti. Massimo Giovane ha introdotto il convivio con una breve relazione sulla figura e il contributo dell'ingegnere. Grazie a Paolo Chiaselotti che, oltre che organizzare l'incontro, da oltre 10 anni ha scoperto la bravura, la professionalità e soprattutto il talento di Dario Antonucci. Presente anche il pronipote Giulio (vedi il video...).

Posted On Sabato, 20 Luglio 2019 08:32

Luglio è il mese della Francia. Il Tour de France, la gara ciclistica più importante al mondo, si corre in luglio. In questo mese i francesi lo scorso anno hanno vinto il mondiale di calcio in Russia e hanno appena visto concludersi quello casalingo delle donne. Soprattutto luglio è il mese della Francia per la sua festa nazionale: le 14 Juillet, il 14 luglio, che ricorda un evento del 1789, ma ne commemora uno dell’anno dopo. È la giornata della parata militare sugli Champs-Élysées e dei fuochi d’artificio. Nel 2018 si attendeva la finale del mondiale, nel 2017 con Emmanuel e Brigitte Macron c’erano i signori Trump, nel 2016, c’è stato l’attentato sul lungomare di Nizza.

Posted On Domenica, 14 Luglio 2019 09:27
Pagina 6 di 13

News dalla Calabria