Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Sabato, 04 Luglio 2020
itenfrdees

Da Cosenza

"Mentre i cosentini aspettavano con ansia di sapere quale sarebbe stata la sorte della propria città, la nostra amministrazione continuava la gestione allegra dei fondi pubblici, approvando in Giunta ulteriori anticipazioni di cassa. A fine 2011 veniva deliberato il pre-dissesto del Comune di Cosenza per debiti ereditati dalle precedenti amministrazioni, con un periodo di risanamento di 10 anni (2012-2022). Il debito del 2011 è passato da 100 milioni a circa 350 milioni di oggi, quindi 200 milioni in più. Pertanto, questa amministrazione non solo ha fallito nei suoi obiettivi di risanamento quanto, aumentando la spesa corrente, ha contratto più debito di quanto sostenibile con le proprie entrate."

Posted On Venerdì, 25 Ottobre 2019 09:11

"Provo a fare chiarezza su alcuni punti che riguardano il dissesto finanziario del Comune di Cosenza perché come al solito c’è una contro informazione strumentale tesa a screditare l’Amministrazione. L’attuale stato di dissesto che è stato decretato a Roma il 16 ottobre 2019 dalle sezioni riunite della Corte dei Conti, riguarda una situazione che parte da lontano. L’amministrazione Occhiuto che si è insediata nel 2011 ha trovato nelle casse municipali il debito e il deficit, provando a ripianarli. Tutti gli sforzi messi in atto non sono però risultati purtroppo sufficienti rispetto ai parametri prefissati."

Posted On Venerdì, 18 Ottobre 2019 06:59

Il consigliere comunale della città di Cosenza della Lega Vincenzo Granata, come primo consigliere ad avere aderito alla Lega, nella Regione Calabria, in una città capoluogo di provincia, ha sempre sostenuto Mario Occhiuto nella sua azione di governo e ha avuto modo di apprezzarne le sue qualità. Nella sua dichiarazione il “consigliere comunale Lega”, aveva specificato che Mario Occhiuto rappresentava un elemento di resistenza al giustizialismo del maestro Nicola Morra il quale aveva sfruttato la retorica della “denuncia” per denigrare l’avversario politico “vedi i continui attacchi di Nicola Morra al leader nazionale della Lega Matteo Salvini”.

Posted On Mercoledì, 09 Ottobre 2019 09:00
Pagina 5 di 5

News dalla Calabria