Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Giovedì, 05 Dicembre 2019
itenfrdees

Dall'Italia

Il figlio di Franco Antonello si schianta con l'automobile ed è in coma. Nell'incidente ha perso la vita la sua ragazza di 18 anni, Giulia Zanardin. Il giovane, di nome Alberto, 19 anni, aveva la patente sospesa perché durante un controllo stradale, l'avevano trovato con una piccola quantità di hashish, sufficiente per far scattare il sequestro del titolo di guida. L'auto è finita in un fossato. La coppia tornava a casa dopo la notte di Halloween trascorsa in discoteca.

Posted On Domenica, 03 Novembre 2019 09:07

Grave incidente stradale la notte scorsa sull'autostrada A13 Bologna-Padova nel tratto tra Bologna Interporto e Altedo in direzione Padova al chilometro 15: un'intera famiglia della provincia di Vicenza è stata distrutta. Sono morte tre persone: padre, madre e figlia di 5 mesi. Altre quattro persone sono rimaste ferite. Secondo una prima ricostruzione, la famiglia vicentina - i genitori di 32 e 29 anni con la neonata - viaggiava su un camper e stava probabilmente tornando verso casa.

Posted On Sabato, 02 Novembre 2019 10:03

Una ragazza di 18 anni morta nello schianto dell'auto finita nel fossato, il fidanzato di 19 anni, che guidava, ferito in modo gravissimo, portato in coma all'ospedale. Tutto dopo una nottata in discoteca. Ma il dramma di Musile di Piave, nel veneziano, ha avuto una concatenazione di eventi che, fermati subito, avrebbero forse potuto evitare la tragedia. Il giovane - figlio di un imprenditore che ha abbandonato il lavoro per seguire da vicino la vita dell'altro figlio, autistico, e la cui scelta ha ispirato un romanzo e un film - aveva subito poche prima di arrivare in discoteca a Jesolo il ritiro della patente.

Posted On Sabato, 02 Novembre 2019 08:19

Nella colluttazione che ha preceduto lo sparo alla testa, Luca Sacchi tentò di difendersi parandosi il volto con le braccia nel tentativo di schivare alcuni colpi inferti con la mazza da baseball. E' quanto emerge dall'inchiesta sull'omicidio del 23 ottobre e in particolare dai risultati dell'autopsia. Sul corpo del giovane sono stati infatti individuati alcuni lividi sulle braccia che sono compatibili con il tentativo del ragazzo di proteggersi il volto dai colpi di mazza.

Posted On Giovedì, 31 Ottobre 2019 15:15
Pagina 2 di 17

Rubriche

News dalla Calabria