Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 29 Gennaio 2020
itenfrdees

Dall'Italia

Il nuovo governo guidato da Giuseppe Conte volta subito pagina. Lo fa con i volti e i toni dei nuovi ministri di Pd e Leu che affiancano una delegazione M5s molto rinnovata. Ma soprattutto lo fa con i primi atti in Consiglio dei ministri. Il premier raccomanda ai suoi ministri "leale collaborazione", per archiviare la stagione gialloverde dei "conflitti" e delle "sgrammaticature istituzionali". Luigi Di Maio e Dario Franceschini promettono, a nome delle rispettive "delegazioni", che ci si parlerà di più e si concorderanno le singole misure. Poi tutti insieme, premier e ministri, danno il primo "schiaffo" politico a Matteo Salvini, con la decisione di impugnare una legge regionale del Friuli Venezia Giulia, regione a guida leghista, per alcune norme "discriminanti" verso i migranti.

Posted On Venerdì, 06 Settembre 2019 09:19

Matteo Salvini, sostenuto dal premier Conte, e l'ex collaboratore del Carroccio, Savoin i- privo di incarichi nella attuale Lega- devono chiarire ai magistrati di Milano la vicenda del presunto finanziamento alla Lega, dopo la diffusione, da parte di un sito americano, della trattativa, a Mosca, sulla vendita di petrolio. "Noi grillini? Diversi, ma con aspetti comuni con la Lega. Per me, la finestra elettorale di settembre non si è mai aperta", ha detto, ieri, Gigino Di Maio. Per uno di quei paradossi, non rari in politica, sono i dirigenti del PD-molti di loro, da giovani, erano militanti del PCI di Togliatti e Longo, finanziato dall'URSS- a lanciare le bordate piu pesanti al leader della Lega.

Posted On Venerdì, 06 Settembre 2019 08:17

Al via il voto degli iscritti M5s sull''ipotesi di un governo giallo-rosso guidato da Giuseppe Conte sulla piattaforma Rousseau. "Quello che stiamo vivendo è un momento molto delicato per il Paese. E va affrontato mettendo al centro gli interessi e le esigenze dei cittadini, della comunità che tutti insieme formiamo". Così sul blog delle Stelle si apre il voto nel quale M5S chiede agli iscritti, oggi fino alle 18, se si è "d'accordo che il MoVimento 5 Stelle faccia partire un Governo, insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte?".

Posted On Martedì, 03 Settembre 2019 11:56

"Conte ha trovato la maggioranza su indicazioni del G7. Sta arrivando il Monti bis": così Matteo Salvini, al termine delle consultazioni al Quirinale. "Dal Pd - ha aggiunto - non mi aspetto nulla, non cerco coerenza e dignità dove prevale la fame di poltrone. Sto seguendo però il dibattito nel M5S, nato per fare la rivoluzione e che ora fa il Governo con i massimi difensori del sistema, il Governo Ursula, telecomandato da Merkel e Macron, con il partito degli intrallazzi e degli inciuci che andava a cena per riformare la giustizia, riorganizzava gli assetti delle banche, quello di Bibbiano e della legge Fornero".

Posted On Giovedì, 29 Agosto 2019 07:17
Pagina 10 di 23

News dalla Calabria