Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 29 Gennaio 2020
itenfrdees

Dall'Italia

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede è stato eletto capo delegazione del M5S al governo. L'elezione del Guardasigilli è avvenuta per acclamazione nel corso della riunione dei ministri e sottosegretari pentastellati. Bonafede va a sostituire Luigi Di Maio come referente, nel governo, per il Movimento 5 Stelle.

Posted On Mercoledì, 29 Gennaio 2020 09:57

“Ho mandato un sms a Bonaccini con la foto del monitor che ho sulla scrivania e che indica che lo spread è calato di 20 punti grazie alla sua vittoria che sono 400 milioni di euro”. E’ quanto ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, intervenendo alla presentazione del libro di Carlo Cottarelli "Pachidermi e Pappagalli".

Posted On Mercoledì, 29 Gennaio 2020 09:37

"Di Maio è stato tirato per la giacchetta, dunque aspettiamo che assuma lui un'iniziativa". Lo dice il premier Giuseppe Conte ai microfoni di Nonstopnews", su Rtl. "Se fosse una sua decisione lo rispetterò" anche se "mi dispiacerà sul piano personale", spiega. Monta quindi la voce insistente di un possibile passo indietro, a breve, di Luigi Di Maio dalla guida del Movimento 5 Stelle. Rumors ricorrenti, non confermati dal suo staff di comunicazione, prevedono addirittura un possibile annuncio del capo politico prima della chiusura della campagna elettorale per le regionali di domenica.

Posted On Mercoledì, 22 Gennaio 2020 10:30

Un “uomo leale“, che “ha fatto del bene a tanti“, uno capace di “tenere testa agli Stati Uniti nella notte di Sigonella“, di “portare l’Italia a essere la quinta potenza industriale“. Ma anche “una specie di Schumacher, che andava troppo veloce per tutti“. E poi un uomo “atletico, alto quasi due metri”, che “in gioventù non era così grosso, anzi era snello, si dedicava alla pallacanestro” ed era pure “ballerino di samba“. In una parola: uno “statista“. Di più: “L’unico italiano dopo De Gasperi a meritare di essere considerato uno statista“. Anzi neanche “dopo De Gasperi“, e quindi secondo, ma “insieme a De Gasperi“: a pari punti. Qualche errore nel curriculum? “Il no al referendum per la preferenza unica voluto da Mario Segni“.

Posted On Domenica, 19 Gennaio 2020 09:57
Pagina 1 di 23

News dalla Calabria