Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 19 Settembre 2021
itenfrdees

Dal Mondo

Gli Usa hanno lanciato un raid nel nord della Siria contro il leader dell'Isis Abu Bakr al-Baghdadi che si sarebbe ucciso. Verifiche sono in corso ma fonti del Pentagono fanno sapere che il terrorista, sorpreso all'interno di un compound mentre era in compagnia di alcuni familiari, si sarebbe fatto saltare in aria azionando un giubbotto esplosivo che portava addosso. Per questo motivo solo la prova del Dna potrà dare la certezza della sue morte. La detonazione avrebbe ucciso anche due delle mogli di al Baghdadi che erano accanto a lui.

Posted On Domenica, 27 Ottobre 2019 07:38

Ore 15:40 del 9 settembre, la data fissata. Il professor Manasché è appena rientrato dalle ferie. Michael Schumacher, su una barella avvolta da un telo di materiale supertecnologico di colore blu, sbarca al primo piano dell'Ospedale europeo Georges Pompidou, nel XV arrondissement di Parigi. Dell'ex pilota non è visibile nulla, né il corpo, né il viso. Attorno alla lettiga, almeno 10 persone, molte in diretta con auricolari e microfoni, coadiuvati dal servizio di sicurezza dell'ospedale. In testa alla processione, il professor Philippe Menasché, un luminare delle staminali, che accompagna premuroso il suo famoso paziente - 50 anni, sei volte campione del mondo di Formula 1, dal 2013 paraplegico grave per un incidente sugli sci - nel suo reparto. In strada, l'ambulanza con targa svizzera che ha trasportato Schumi, se ne torna a Ginevra. C'è il mistero più fitto, ormai da anni, attorno al pilota idolo della Ferrari dopo l'incidente del 29 dicembre 2013 a Meribel, in Savoia.

Posted On Martedì, 10 Settembre 2019 10:15

Almeno cinque persone sono morte alle Bahamas a causa dell'uragano Dorian. Lo afferma il primo ministro Hubert Minnis. "Siamo nel mezzo di una tragedia storica - dice ancora Minnis - "con danni senza precedenti ed estesi. L'uragano Dorian è ancora sull'isola di Gran Bahama e ci resterà per molte ore. Offriremo aiuto e assistenza il prima possibile", assicura Minnis invitando i residenti, che ancora hanno lasciato le proprie case, ad aprirle nei prossimi giorni e nelle prossime settimane a coloro che hanno bisogno di un rifugio. Un bimbo di 8 anni alle Bahamas è la prima vittima dell'uragano Dorian. Lo riferisce la Cnn. La nonna del bambino, Ingrid McIntosh, ha detto ai media locali che il nipote è morto annegato sull'isola di Abaco e che anche la nipote è dispersa. In queste ore Dorian sta flagellando l'arcipelago distruggendo o danneggiando migliaia di case e provocando inondazioni.

Posted On Martedì, 03 Settembre 2019 08:08
Pagina 2 di 2

News dalla Calabria