Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Lunedì, 27 Gennaio 2020
itenfrdees

Rende - Conclusa la rassegna d’arte contemporanea “Lo sguardo oltre...” seconda edizione 2019

Posted On Lunedì, 13 Gennaio 2020 12:09

Si è conclusa ieri, domenica 12 gennaio, la rassegna d’arte contemporanea “Lo sguardo oltre...” seconda edizione 2019. Un evento artistico che ha tenuto inaspettatamente banco dal 06 dicembre scorso in una nuova e suggestiva sede. Questa manifestazione è stata promossa, ancora una volta, dall’associazione culturale “Alterego”. Un’organizzazione improntata sulla meticolosità e sull’impegno incondizionato della vice presidente, nonché direttore artistico, Francesca Lo Celso che si è pregiata della preziosa collaborazione della curatrice d’arte dott.ssa Mariateresa Buccieri, della dott.ssa Annamaria Lico, nonché della dott.ssa Giulia Fresca e di tutto lo staff del Parco Acquatico 4.0.

La location che ha ospitato più di cinquanta opere d’arte, è stata, appunto, lo spazio benessere del Parco Acquatico 4.0 di Santa Chiara a Rende. La rassegna d’arte si è mossa attraverso percorsi artistici differenti, ma che hanno, come denominatore comune, l’intenzione di varcare volontariamente i confini del conscio ed intraprendere un viaggio verso una dimensione istintiva, quasi inconsapevole, di uno sguardo che non si ferma ad una semplice figura o ad una speciosità, distraendo i fruitori dal messaggio più profondo che l’artista non avrebbe potuto rendere in nessun altro modo.

Una dimensione che stimola l’ingegno per raggiungere un’utopica e più intensa fase di interpretazione. Una ricerca costante di un “oltre” che ha dato i suoi frutti. Un inaspettato è positivo riscontro di pubblico e di critica che ha segnato, spero, l’inizio di un percorso artistico che sta tentando di prescindere da ogni forma di mero materialismo e protende le sue invisibile braccia verso una dimensione spirituale che è quella propria dell’arte in ogni sua forma. Nella serata conclusiva abbiamo, altresì, assistito ad una coreografia di danza contemporanea a cura di Angela tiesi dal titolo "Es/forma ISTINTO Primordiale" ed eseguita magistralmente dalle ballerine della compagnia di balletto “Continuity Fluid Performers”.

A consegnare le targhe alla dott.ssa Mariateresa Buccieri, alla dott.ssa Annamaria Lico, nonché alla dott.ssa Giulia Fresca, è stata la dott.ssa Rita Leone, sorella del compianto Giorgio al quale moltissimi istanti di questa manifestazione artistica sono stati dedicati quale pensatore primo, di un indirizzo artistico che potremmo definire “Arte Calabrese”. Un riconoscimento speciale è stato assegnato all’artista Luca Borelli, per essere riuscito a trasmettere, attraverso le sue splendide opere, una sensibilità artistica che mi piace definire “vicina agli Dei”. Un talento straordinario ed opere che rimandano ad un ossimoro: spessore impalpabile.

A tutti gli artisti presenti un grazie, ab imo pectore, per averci regalato, con le loro opere, emozioni e sussulti dell’animo. Un encomio particolare al professore Stefano Vecchione per la sua sentita collaborazione e per il passionale impegno profuso in ogni importante iniziativa che coinvolge il nostro territorio. E non finisce qui...

 

News dalla Calabria