Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Venerdì, 10 Aprile 2020
itenfrdees

Cosenza condannato al 90’ da un penalty beffardo. Serie B - 19^ giornata. JUVE STABIA-COSENZA: 1-0 - LA SINTESI

Posted On Domenica, 29 Dicembre 2019 17:05

CASTELLAMMARE DI STABIA - Un penalty beffardo condanna il Cosenza al 90’. Sconfitta immeritata per i lupi della Sila che avrebbero meritato ben altro esito da questo incontro. Match che sorride, invece, alla Juve Stabia che con questo successo raggiunge quota 24 punti e si allontana dalla zona retrocessione. Mentre i rossoblù scivolano al terz’ultimo posto che significa, al momento, retrocessione diretta.

I lupi appaiono a larghi tratti superiori alle vespe ma alla fine, grazie a questo episodio lungamente contestato dai calabresi, la spuntano al fotofinish. Determinante un involontario fallo di mano di Capela in area su tiro ravvicinato di Addae. Il tutto nasce da un grave errore in fase difensiva di Sciaudone che regala un evitabilissimo calcio d’angolo agli avversari; da qui scaturirà il generosissimo rigore assegnato da Aureliano di Bologna su segnalazione dell’assistente.

Nei successivi 5 minuti di recupero i rossoblù attaccano a testa bassa alla ricerca del meritato pareggio. Ci prova prima Sciaudone dalla distanza, la difesa si salva in angolo. Poi Corsi calcia abbondantemente a lato. L’occasionissima capita al 95’: Lazaar lascia partire un cross teso dalla sinistra sul quale si avventano Pierini e Idda che però non ci arrivano per un soffio. Tremano i padroni di casa ma non c’è più tempo perché arriva il triplice fischio che sancisce l’1-0 finale.

Un bel Cosenza, dunque, paga ingenuamente dazio dopo due successi consecutivi che l’avevano rilanciato in classifica. Ora, la lunga sosta che servirà a ricaricare le pile e ad intervenire sul mercato in vista del girone di ritorno. Si riprenderà il 20 gennaio con il derby Cosenza-Crotone al San Vito.

Così mister Braglia, atteso ex dell’incontro, nel dopo partita: “Non eravamo brillantissimi oggi, però non mi sembra di aver subito così tanto. Abbiamo gestito male il pallone nell’occasione del corner da cui è scaturito il gol della Juve Stabia. Anche noi abbiamo avuto l’occasione di passare in vantaggio ad inizio secondo tempo. Dispiace perché a mio avviso era una partita da zero a zero. Sotto il profilo dell’impegno non ho niente da dire ai miei ragazzi. Abbiamo cercato di contenerli nel primo tempo per poi giocarcela nella ripresa. La nostra partita l’avevamo fatta, per l’ennesima volta paghiamo il primo errore che commettiamo. La squadra non mi è dispiaciuta, bisogna prendere quello di positivo che c’è stato oggi senza piangerci addosso e andare avanti. Lì davanti Rivière e Machach non erano in giornata di grazia e noi dipendiamo molto da giocatori del genere. Stiamo crescendo, nelle ultime tre partite abbiamo conquistato sei punti. Io sono tranquillo. Le ingenuità a questi livelli però le paghi. Dispiace per i nostri tifosi che hanno grande passione e un attaccamento unico ai colori”.
Tabellino

MARCATORE: 45′ st rig. Forte.
JUVE STABIA: Russo; Vitiello, Troest, Fazio, Ricci; Buchel (16′ st Mallamò), Calò, Addae; Canotto (18′ st Cissè), Forte, Bifulco (33′ st Rossi). A disp.: Branduani, Lia, Boateng, Melara, Rossi, Di Gennaro, Izco, Todisco, Del Sole, Germoni. All. Caserta.
COSENZA: Perina; Capela, Idda, Legittimo; Corsi, Broh, Sciaudone, D’Orazio (28′ st Lazaar); Machach (35′ st Pierini), Rivière, Baez (38′ st Greco). A disp.: Saracco, Litteri, Schiavi, Trovato, Bittante. All. Braglia.
ARBITRO: Gianluca Aureliano di Bologna (Pagliardini – Pagnotta). IV UOMO: Giacomo Camplone di Pescara.
NOTE: Giornata soleggiata ma fredda e ventilata, temperatura di 8°C circa. Spettatori circa 4mila. Presenti nel settore ospiti oltre 760 tifosi di fede rossoblù. Ammoniti: 27′ pt Sciaudone (C), 38′ pt Legittimo (C), 24′ st Ricci (JS), 28′ st Calò (JS), 33′ st Corsi (C), 43′ st Pierini (C), 47′ st Lazaar (C), 47′ st Cissè (JS). Angoli: 6-7 (pt 1-2). Recupero: 0′ pt; 5′ + 2′ st.

Fabio Di Benedetto

News dalla Calabria