Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 19 Gennaio 2020
itenfrdees

Il Partito Radicale di Pannella contro il demagogico "taglio dei parlamentari": Referendum!

Posted On Sabato, 07 Dicembre 2019 08:47

Dal consigliere generale del partito Radicale, Prof. Giuseppe Candido, riceviamo e volentieri pubblichiamo: "Non si possono ridurre i diritti dei cittadini e la loro rappresentanza democratica senza sentire la loro voce. Non si può stravolgere alla Costituzione con colpi di mano, come già hanno tentato, fallendo, nel 2016. Il taglio riproposto ora, a distanza di appena 3 anni da quel referendum, dei parlamentari di Camera (meno 230) e Senato (meno 115) è un nuovo attacco alla democrazia. Per questo motivo, il Partito Radicale Nonviolento ha messo a disposizione - in tutti i Comuni italiani, compresi gli oltre 400 comuni calabresi, - i moduli da sottoscrivere per la richiesta di referendum costituzionale sulla legge di riduzione del numero dei parlamentari."

"Per riuscire a dare voce al popolo italiano a cui appartiene la sovranità servono 500.000 firme da raccogliere in meno di un mese da consegnare in Cassazione entro il 12 gennaio 2020. Possibile che le forze così dette populiste non vogliono che il popolo si esprima? È certo che, se i cittadini non saranno informati, se non saranno messi nella possibilità di conoscere, non potranno scegliere di indire il referendum confermativo come prevede la nostra costituzione. La riduzione dei parlamentari aumenta il potere oligarchico dei capi partito, mentre riduce la rappresentanza del popolo. La giustificazione che si cela dietro la riforma costituzionale data per il taglio dei parlamentari (il mero «risparmio» economico: un caffè all'anno per cittadino!) è umiliante oltre a non costituire un vero risparmio, che si potrebbe ottenere con un taglio dell’entità degli stipendi più semplice e rapido da realizzare."

"Ma soprattutto è un oltraggio alla rappresentanza democratica e ai principi fondanti sanciti dalla Costituzione. La cosa più grave però è che tutto ciò sta avvenendo senza un minimo di dibattito e nel silenzio più assordante dei media. Perché il popolo sia davvero chiamato ad esprimersi e a partecipare alla vita democratica è indispensabile che si conquisti l’appuntamento referendario: per consentire ai cittadini di conoscere le ragioni e deliberare consapevolmente su questa strutturale revisione della Costituzione. Invitiamo dunque i telegiornali e i giornali a darne notizia e tutti i cittadini calabresi a firmare e a verificare che la raccolta sia attiva nel proprio comune, a segnalare problematiche, o richiedere informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consultare il sito del Partito Radicale (www.partitoradicale.it), la pagina Facebook Comitato del Partito Radicale contro il taglio alla democrazia e la pagina Facebook REFERENDUM RIDUZIONE PARLAMENTARI."

Prof. Giuseppe Candido, Consigliere generale del Partito Radicale

News dalla Calabria