Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Mercoledì, 29 Gennaio 2020
itenfrdees

Suino nero di Aspromonte: territorio, benessere e prospettive

Posted On Martedì, 12 Novembre 2019 09:35

In una serata autunnale, ma dalla temperatura mite, si è svolto all’aperto, nella piazza gremita di Portigliola (RC), nella locride, un incontro tematico sul Suino nero di Aspromonte. Nutrita la presenza di aziende del territorio, con le loro produzioni di eccellenza: olio extravergine, manufatti artigianali, salumi di suino nero di Aspromonte, birra artigianale e le classiche conserve sott’olio. Gli argomenti della parte convegnistica hanno visto la partecipazione di esperti del settore, ai quali ha portato il saluto il sindaco Rocco Luglio, coorganizzatore della manifestazione insieme al Gal Terre locridee.

L’Agenzia Regionale per lo Sviluppo in Agricoltura era rappresentata da Saverio Filippelli, responsabile del CSD di Acri, che ha sottolineato l’importanza della genetica nel miglioramento della razza del suino nero autoctono calabrese, e quali sono i rischi della consanguineità. Il centro di Acri si fregia di avere tre linee con diversa genetica che mette a disposizione degli allevatori calabresi. Molto seguito l’intervento del Prof. Bruno Amantea, che non ha mancato di sottolineare le proprietà benefiche delle carni, soprattutto dei grassi del suino nero calabrese allevato allo stato brado o semibrado.

È toccato poi a Giorgio Durante, in rappresentanze dell’ONAS - organizzazione nazionale assaggiatori di salumi - dover parlare dell’importanza di far rete con il superamento delle questioni di campanile, delle produzioni norcine di eccellenza regionali passando dalle certificazioni comunitarie DOP di ben quattro specialità regionali: la salsiccia, la soppressata, la pancetta e il capicollo. Lo stesso Durante si è poi detto disponibile come ONAS a supportare i produttori del territorio in un percorso si formazione-specializzazione finalizzato al miglioramento delle produzioni di salumi.

Francesco Macrì, presidente del Gal Terre locridee, si è detto aperto a collaborazioni che mirino allo sviluppo del territorio e al miglioramento delle produzioni agricole del comprensorio compreso nell’area di azione del GAL. Ha concluso l’incontro Fausto Certomà, con lo slogan “Un mondo di benEssere”, che promuove le attività di FitWalking, attività di conoscenza del territorio che si tinge di verde per un concetto di salute legato all’ambiente e all’alimentazione sana.

 

 

 

 

 

News dalla Calabria