Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Venerdì, 21 Gennaio 2022
itenfrdees

Arrivati i risultati delle prove strutturali sugli edifici scolastici di Rende, dopo la serie di scosse telluriche che hanno colpito il nostro territorio

Posted On Giovedì, 31 Ottobre 2019 20:15
Marcello Manna Marcello Manna

Da un’attenta analisi strutturale a campione che si sta eseguendo in tutti i plessi scolastici della città di Rende, oggi, nel tardo pomeriggio, il sindaco di Rende, Marcello Manna, con un’ordinanza a breve disponibile sul sito del Comune nella sezione AVVISI, ha disposto, in via precauzionale, la chiusura del plesso che ospita la scuola media in località Santo Stefano, che fa capo all’Istituto comprensivo Giovanni Falcone.

L’istituto non ha evidentemente risposto in maniera positiva alle prove di carico e carotaggio effettuate dai tecnici atte a verificarne l’adeguatezza antisismica. Un’operazione diagnostica complessa, in atto su tutto il territorio rendese. Dalla relazione fornita all’Ente, l’istituto che ospita le sezioni della scuola media del territorio di Santo Stefano, è risultato ad alto rischio sismico, contrariamente all’attiguo plesso che ospita le scuole elementari dello stesso IC. Si sta discutendo in queste ore sulle eventuali modalità di adeguamento dell’edificio per garantirgli una sismo resistenza che rientri nei limiti di legge.

Ad eseguire l’ordinanza del sindaco Manna, sono stati l’assessore con delega alla Protezione Civile, Domenico Ziccarelli, l’assessore con delega alla Pubblica Istruzione, Marinella Castiglione e l’ingegnere Francesco Minutolo, responsabile del settore Lavori Pubblici del comune di Rende.

 

 

 

 

 

News dalla Calabria