Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Venerdì, 21 Gennaio 2022
itenfrdees

“La Calabria ballerina ci invita a riflettere e ad agire”. Il sindaco di Rende Marcello Manna e l’assessore alla Protezione Civile, Domenico Ziccarelli si interrogano sull’attuazione del protocollo MIUR nella nostra regione

Posted On Giovedì, 31 Ottobre 2019 15:21
Marcello Manna e Domenico Ziccarelli Marcello Manna e Domenico Ziccarelli

Continuano senza sosta gli interventi mirati a concretizzare i dettati nazionali e lo studio di un territorio che, evolvendosi, ha mutato risorse ed esigenze. Ciò che sta a cuore ancora di più a questa amministrazione, è la formazione di una coscienza civica che parta dalle agenzie educative chiamate a formare una vera e propria strutturazione sociale dei nostri ragazzi oltre che a trasmettere le nozioni basilari dell’agire civico e civile. “In seguito al protocollo d’intesa siglato nel novembre del 2018 a Genova tra il Miur e il Dipartimento nazionale della Protezione civile per realizzare nelle scuole azioni integrate in materia di sicurezza e diffusione della cultura di protezione civile - dichiara l’assessore Ziccarelli - in molte regioni italiane la Protezione Civile ha mosso i primi passi per diventare disciplina scolastica in tutte le scuole di ordine e grado."

"È importante che i ragazzi sviluppino la conoscenza dei rischi e dei comportamenti corretti da adottare in caso di emergenza e risulta ancora più importante creare, come indicato nel suddetto protocollo, una task force interistituzionale da attivare in caso di calamità, per garantire continuità di studio e di servizi”. Quello a cui fa riferimento l’assessore è un progetto nazionale denominato “La cultura è... Protezione civile”, coordinato da un Comitato scientifico egualitario a livello nazionale che si propone di formare il personale docente e tecnico indicato dagli Uffici scolastici regionali quali referenti dell’iniziativa.

“Spero che l’ufficio scolastico regionale abbia provveduto in tempo ad individuare funzionari e referenti. Un team che avrà, a sua volta, il compito di istruire i docenti che dovranno poi insegnare ai ragazzi. I nostri giovani dovranno essere pronti non solo ad affrontare le emergenze, ma, quali veicoli primari di informazione/formazione, auspicarci che essi, fieri della loro nuova coscienza civica, la trasmettano nelle loro case. Sarà mia premura-conclude l’assessore- interagire con l’istituto regionale di Protezione Civile, per certificare l’attuazione, del protocollo in questione, nella scuole della nostra città”.

 

 

News dalla Calabria