Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Martedì, 10 Dicembre 2019
itenfrdees

Carlo Guccione: "Allarme sull’attuale rete vaccinale della provincia di Cosenza"

Posted On Lunedì, 28 Ottobre 2019 07:51
Carlo Guccione Carlo Guccione

"Nei giorni scorsi avevamo lanciato l’allarme sull’attuale rete vaccinale della provincia di Cosenza, elencando alcune delle criticità: dalla grave carenza del personale sanitario all’inidoneità dei locali, insufficiente nella maggior parte dei punti di erogazione rispetto ai requisiti richiesti". È quanto ha affermato il consigliere Carlo Guccione che lo scorso 22 ottobre aveva inviato un’interrogazione al presidente della Giunta regionale Mario Oliverio.

La Giunta regionale rispondendo all’interrogazione n. 508/10 del 27/09/2019, attraverso il dirigente regionale del Dipartimento Salute Antonio Belcastro, ha confermato quanto ribadito da Carlo Guccione: “La rete vaccinale della Provincia di Cosenza necessita di una radicale ed efficiente riorganizzazione secondo quanto previsto dal DCA 147/2017”. Ed è per questo che “l’attuale direzione dell’Asp di Cosenza ha intavolato una discussione costruttiva con la Direzione del Dipartimento di prevenzione e l’UOC di Igiene pubblica della stessa Asp - ha spiegato Belcastro rispondendo all’interrogazione del consigliere Guccione - al fine di individuare il percorso più efficace, malgrado le difficoltà derivanti dal blocco del turn over che ha impedito la sostituzione di 19 medici e 19 infermieri andati in pensione negli ultimi anni”.

"La dotazione organica - aveva sottolineato Guccione nell’interrogazione - è carente al punto che spesso i pochi medici vaccinatori sono costretti a spostarsi da una sede vaccinale all’altra riuscendo però a garantire i pochi accessi e senza la necessaria sicurezza nello svolgimento delle attività. I requisiti igienico-sanitari sono assolutamente carenti, ad esempio, nella sede di Trebisacce che ha bisogno di un’altra sede a Mirto e Crosia. L’anagrafe vaccinale solo da poco tempo è attivata e si rileva una carenza di supporti informatici in tutte le sedi".

"Tante sono le criticità riscontrate. Ecco perché ho chiesto - ha spiegato il consigliere Guccione - quali iniziative adottare per scongiurare che un servizio così importante possa essere ridimensionato o addirittura, in alcuni casi, non erogato, per mancanza di medici infermieri, strutture non idonee o per motivi organizzativi. Il dirigente regionale Antonio Belcastro, rispondendo alla mia interrogazione, ha ammesso che la rete vaccinale necessita di una radicale ed efficiente riorganizzazione". Ed ecco il cronoprogramma del dirigente generale Antonio Belcastro, così come riportato in risposta all’interrogazione presentata dal consigliere Carlo Guccione:

“La soluzione proposta è quella di ottimizzare le risorse umane attualmente esistenti, rimodulando i centri vaccinali in 21 sedi e individuando delle sedi satellite in modo da garantire la presenza di 2 medici, 3 infermieri e 1 unità amministrativa. La scelta delle 21 sedi, distribuite in modo omogeneo su tutto il territorio provinciale, sarà condivisa con tutti i direttori di Distretto in un incontro che sarà tenuto il 30 ottobre presso la sede del Distretto di Cosenza, informando in modo chiaro e secondo i principi di legittimità i sindaci del territorio."

"Parimenti si sta procedendo a una rivisitazione dei centri vaccinali dal punto di vista strutturale e igienico sanitario e in questo senso, a breve, secondo un calendario stilato con il direttore f.f. dell’UOC Servizi patrimoniali, entro dicembre 2019 saranno consegnati i lavori delle sedi di Cosenza, Castrovillari, Trebisacce ed Acri, idonei secondo la normativa soprarichiamata. La nuova sede di Rende sarà individuata dal Comune in tempi brevissimi. L’anagrafe vaccinale entro questo mese avrà una copertura del 100% potenziata da 20 computer che sono stati deliberati ai fini dell’acquisizione."

"La maggiore criticità è rappresentata dalla carenza di personale medico e paramedico che l’Asp di Cosenza ha provveduto in parte a coprire con la richiesta di assunzione di igienisti e di infermieri, regolarmente inoltrata alla struttura commissariale per la necessaria autorizzazione. Contestualmente si è aperto un tavolo di discussione con i direttori di Distretto per verificare la possibilità di impegno nei centri vaccinali delle guardie mediche previo aumento monte orario”.

"Vigilerò - ha concluso Guccione - per essere sicuri che tutto ciò che è stato scritto venga rispettato. È fondamentale offrire ai cittadini una rete vaccinale fruibile e sicura, soprattutto per i bambini e le persone anziane visto che le vaccinazioni rappresentano oggi l’intervento più efficace per la prevenzione delle malattie infettive. Ed è importante diffondere l’importanza dei programmi vaccinali e disporre di presidi medico-sanitari idonei per effettuare le somministrazioni di vaccini nelle migliori condizioni possibili. Da qui la necessità di avere una rete vaccinale regionale efficiente e funzionale anche in vista della somministrazione dei vaccini per la campagna antinfluenzale".

 

 

Rubriche

News dalla Calabria

  • Franco De Benedittis, Sergio Mazzuca e Gerardo Sacco a sostegno della Fondazione il Cuore in una Goccia Onlus Franco De Benedittis, Sergio Mazzuca e Gerardo Sacco a sostegno della Fondazione il Cuore in una Goccia Onlus
    Si è tenuta venerdì 6 dicembre, presso il Regal Garden di Cosenza,l a serata di beneficenza a sostegno del Cuore in una Goccia, la Fondazione Onlus che sostiene le mamme e le famiglie che ricevono in gravidanza una diagnosi prenatale di patologia del proprio bambino, fornendo loro un supporto Medico-scientifico, Familiare- Testimoniale e Spirituale, lungo tutto il percorso di accoglienza, cura e accompagnamento dei loro bambini.
    Martedì, 10 Dicembre 2019 08:28
  • L’Albero della Pace, decorato dal fashion designer Claudio Greco, illumina il santuario di Paola L’Albero della Pace, decorato dal fashion designer Claudio Greco, illumina il santuario di Paola
    E’ tra le mura del santuario di San Francesco di Paola e in totale spirito natalizio che nasce la collaborazione tra la società Aon, nella persona di Francesco Trebisonda, e il fashion designer Claudio Greco. Un atto di fede e generosità da parte di entrambi. L’albero di Natale infatti è stato donato da Francesco Trebisonda e decorato dallo stilista Claudio Greco. La società Aon si occupa di fornire supporto e competenze specifiche nella definizione delle strategie che consentono di gestire…
    Sabato, 07 Dicembre 2019 09:00
  • "I Comuni del cuore". Orsomarso anche quest’anno aderisce all'iniziativa Telethon contro le malattie genetiche rare regalando agli alunni orsomarsesi un cuore di cioccolata "I Comuni del cuore". Orsomarso anche quest’anno aderisce all'iniziativa Telethon contro le malattie genetiche rare regalando agli alunni orsomarsesi un cuore di cioccolata
    Orsomarso, dal 2016, nella rete dell'iniziativa Telethon "I Comuni del cuore", cioè tra quegli enti locali che si schierano, attraverso azioni concrete, al fianco di chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica rara. La Giunta comunale della cittadina tirrenica cosentina ha delibereto una donazione di 1.500,00 euro, attingendo al fondo realizzato con le indennità che l’intero consiglio sta lasciando mensilmente nelle casse del comune. In questo modo si potranno acquistare i cuori di cioccolata da donare agli alunni del…
    Venerdì, 06 Dicembre 2019 08:54