Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Venerdì, 14 Agosto 2020
itenfrdees

Omicidio Luca Sacchi, i due fermati restano in carcere

Posted On Domenica, 27 Ottobre 2019 10:24

Restano in carcere Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, accusati di concorso nell'omicidio di Luca Sacchi. Lo ha deciso il Gip di Roma che ha convalidato il fermo ed emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, accusati dell'omicidio di Luca Sacchi nell'ambito dell'interrogatorio di convalida del fermo. Nei confronti dei due 21enni il pm ha contestato i reati di concorso in omicidio, rapina, detenzione e porto abusivo di armi. 

Paolo Pirino, non sapeva che Valerio Del Grosso avesse una pistola, era lì per una rapina e non voleva uccidere nessuno. Il 21enne lo avrebbe dichiarato nel corso di una dichiarazione spontanea davanti al gip. "Ha chiesto scusa per quello che è successo. Non voleva di uccidere nessuno". Lo ha detto l'avvocato Alessandro Marcucci, difensore di Valerio Del Grosso lasciando Regina Coeli dopo interrogatorio di convalida del fermo per l'omicidio di Luca Sacchi. "Si è avvalso della facoltà di non rispondere e rimandiamo a un'altra occasione il confronto con i magistrati. E' molto provato e dispiaciuto per quello che è successo", ha concluso il penalista.

I due, accusati di aver ucciso il 24enne con un colpo di pistola alla nuca davanti al John Cabot, un pub nel quartiere Appio a Roma, all’inizio si erano dati alla fuga e sono stati fermati ieri, 25 ottobre. Secondo quanto emerso fino a ora, sarebbe stato Del Grosso a sparare. Pirino, invece, avrebbe colpito con una mazza da baseball Anastasia, la fidanzata di Luca Sacchi. Per la cattura di Del Grosso sono state fondamentali le testimonianze di sua madre e della fidanzata. A interrogare i due nel carcere di Regina Coeli, oltre al pm Nadia Plastina, il gip di Roma.

La ricostruzione dell’omicidio
Nel decreto di fermo del pm per i due 21enni, si legge che Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, fermati per l’omicidio di Luca Sacchi, “avrebbero dovuto consegnare dello stupefacente a un gruppo di amici della vittima, ma in realtà erano intenzionati a rapinare i giovani dei soldi che sapevano detenere in uno zaino da donna senza consegnare la droga”. I due si trovavano “a bordo di una Smart di colore chiaro, armati di un revolver calibro 38 e di una mazza da baseball. Si avvicinavano alla vittima e alla fidanzata Anastasia che deteneva il denaro nello zaino a spalla e mentre Pirino la colpiva con una mazza alla nuca intimandole di consegnare lo zaino, che le strappava una volta a terra, Del Grosso alla reazione di Sacchi che affrontava l’aggressore esplodeva contro Sacchi un colpo di arma da fuoco da distanza ravvicinata in direzione del capo”.

 

 

 

 

News dalla Calabria