Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Sabato, 14 Dicembre 2019
itenfrdees

World Pasta Day: gli italiani pazzi per penne, spaghetti e carbonara

Posted On Venerdì, 25 Ottobre 2019 09:48

Gli italiani vanno pazzi per la pasta. Adorano in particolare le penne e gli spaghetti, mentre per quanto riguarda le ricette in cui godersi il proprio piatto preferito, la carbonara batte tutti. Un buon piatto di spaghetti pomodoro e basilico è un modo sano ed equilibrato per fare il pieno di energia e di buon umore e, bilancia alla mano, non è neppure un insulto alla linea. In occasione del World Pasta Day, che si celebra venerdì 25 ottobre, facciamo il punto sulle preferenze degli italiani e sulle indicazioni dei nutrizionisti. Al consumo di pasta e alle preferenze dei nostri connazionali è dedicato uno studio realizzato da BVA Doxa per The Fork, condotto in modalità CAWI (Computer Assisted Web Interviewing), su un campione rappresentativo della popolazione italiana composto da 600 rispondenti di età compresa tra i 18 e i 64 anni.

Secondo il 60% del campione intervistato, la pasta evoca una sensazione di piacere: altre quote consistenti di risposte hanno citato la felicità e l’energia (34% e 26%). La pasta è invece un’abitudine soprattutto tra i più giovani: la pensa così circa un terzo dei Millennials. Quando poi si passa ad esaminare i formati più amati, le preferenze si concentrano su penne e spaghetti, amati e consumati quasi in egual misura: il 71% consuma spesso le penne, mentre gli spaghetti sono spesso nel piatto del 69% del campione. Li consumano spesso o ogni tanto rispettivamente il 93 e il 91% del campione. Seguono, praticamente a pari merito, i rigatoni e i fusilli, seguiti da tagliatelle e farfalle.

Queste ultime sono apprezzate soprattutto dalle donne e dagli under 55. Quanto alle ricette a base di pasta, il 33% degli italiani mette sul gradino più alto del podio la carbonara. Al secondo posto si posiziona il ragù (25%), apprezzato specialmente al Sud e nelle Isole. Medaglia di bronzo per un grande classico come il sugo pomodoro e basilico, preferito dai Baby Boomers. L’amatriciana, il pesto e la cacio e pepe fanno registrare un minor numero di preferenze, probabilmente per la connotazione più regionale della ricetta.

Un altro studio, condotto stavolta dai medici del St. Michael's Hospital (Australia) e guidato dal dottor John Sievenpiper, ha dimostrato che i carboidrati presenti nella pasta possono essere considerati parte di una dieta sana e, soprattutto, non impediscono di dimagrire. I pazienti coinvolti nello studio, infatti, hanno consumato 3,3 porzioni di pasta alla settimana, sostituendole a carboidrati presenti sotto altra forma, e hanno perso circa mezzo chilo in 12 settimane. In pratica, lo studio ha dimostrato che la pasta non ha contribuito all'aumento del peso o del grasso corporeo.

Anche se la pasta contiene carboidrati con indice glicemico medio-alto, una porzione di penne o di spaghetti provoca un minore aumento dei livelli di zucchero nel sangue rispetto a quello fatto registrare da altri cibi. Un piatto di pasta, quindi, fa meno danni alla linea dell'assunzione, ad esempio, di zuccheri semplici (quelli contenuti nei dolci), che causano una vera e propria impennata della glicemia. E' sempre meglio scegliere le varietà di pasta integrale, possibilmente bio, oppure di farro o di grano saraceno. Infine, una parola sui condimenti. Spesso hanno molte più calorie della pasta stessa: se vogliamo controllare la linea, meglio optare per sughi semplici, come pomodoro e basilico, e limitare la quantità di parmigiano. Si invece alle verdure e a un filo di olio extravergine di oliva a crudo.

Un buon piatto di pasta, infine, è una fonte importante di energia e di buon umore. Non a caso si trova tra gli alimenti al primo livello della piramide, ossia tra i nutrienti da non farsi mancare, secondo la dieta mediterranea. Utile a tutte le età, nei quantitativi corretti, la pasta è indispensabile sulla tavola dei giovani, degli sportivi e di chi deve sostenere un importante carico di lavoro psico-fisico. La pasta, inoltre, facilita l’assorbimento del triptofano, un aminoacido precursore della serotonina, l’ormone del buon umore, e della melatonina, che regola il ritmo del sonno. Un buon piatto di spaghetti, insomma, non solo ci regala sazietà e forza, ma ci aiuta ad essere felici e a riposare bene.

 

 

 

 

Rubriche

News dalla Calabria

  • Confluenze “In viaggio con stile” della giornalista e blogger Francesca Pica Confluenze “In viaggio con stile” della giornalista e blogger Francesca Pica
    Mercoledì 18 dicembre 2019, alle ore 18.00, presso la Sala Capitolare del Chiostro di San Domenico, con il patrocinio del Comune di Cosenza, l’associazione culturale Confluenze presenterà in anteprima al pubblico calabrese il libro scritto dalla giornalista e blogger Francesca Pica, “In viaggio con stile” (edizione Gribaudo). Girare il mondo e sapersi sempre vestire adeguatamente, essere a proprio agio in ogni ambito, capire come gestire le situazioni dove le nostre consuetudini spesso non valgono e possono essere del tutto equivocate,…
    Sabato, 14 Dicembre 2019 08:50
  • Congresso regionale dell’Istituto di Urbanistica. Domenico Passarelli riconfermato presidente dell’organismo regionale calabrese Congresso regionale dell’Istituto di Urbanistica. Domenico Passarelli riconfermato presidente dell’organismo regionale calabrese
    La sezione INU Calabria ha celebrato nella sede del Consiglio Regionale della Calabria il suo Congresso alla presenza del presidente nazionale Michele Talia, delle istituzioni regionali e dei numerosi studenti partecipanti. Hanno affollato la Sala Calipari di Palazzo Campanella le Associazioni di categoria, gli Ordini professionali, i Collegi dei Geometri, i Dirigenti tecnici della Regione Calabria, oltre Docenti Universitari e molti altri cultori della materia. La cornice più significativa è stata quella dei tantissimi giovani provenienti dagli Istituti scolastici e…
    Giovedì, 12 Dicembre 2019 08:28
  • La standing ovation del “Rendano” per Niccolò Fabi La standing ovation del “Rendano” per Niccolò Fabi
    COSENZA – Un successo di pubblico e di emozioni la tappa cosentina del tour di Niccolò Fabi. In un gremitissimo “Rendano” finisce come era iniziata, tra gli applausi. Tutti in piedi. Meritatissima standing ovation per il cantautore romano che intrattiene, ammalia e lascia sognare i suoi fans per quasi due ore, ininterrottamente. Bravo come sempre, dolce e col suo fare gentile che lo contraddistingue, accompagna i suoi brani narrando sempre qualcosa di intrigante. Mai banale, mai scontato, mai ricercato. Non…
    Mercoledì, 11 Dicembre 2019 08:02